Presentato Simas Jasaitis, nuovo forward Vuelle

Simas Jasaitis 3' di lettura 21/07/2016 - Ci mancava solo che Jasaitis salutasse pubblico e stampa in costume da bagno. Simas è infatti arrivato a Pesaro con largo anticipo rispetto alle date previste per l’inizio della preparazione della squadra, perché, ha spiegato, in Lituania fa un freddo cane, mentre qui può godersi il mare splendido delle spiagge pesaresi.

E così la sua presentazione ufficiale è avvenuta al Club Nautico del porto di Pesaro, con gli alberi delle barche che circondavano l’accogliente saletta riservata all’evento, gremita di tanti tifosi venuti a salutarlo.

“Per me è una grande soddisfazione essere arrivato a far parte di una squadra che per tanti anni è stata una protagonista del basket italiano ed europeo” ha esordito Simas nella conferenza stampa di presentazione “e sarò felice di vivere in una città che fa del basket la sua più grande passione, oltre ad essere un luogo bellissimo ed accogliente. Sono determinato a dare tutto me stesso per aiutare la Vuelle a raggiungere gli obiettivi che la dirigenza ha prefissato per la prossima stagione agonistica”.

Presenti alla riunione, oltre al presidente della Vuelle Costa e al D.S. Cioppi, anche il presidente del Consorzio Pesaro Basket Luciano Amadori ed il responsabile della sede di Pesaro della Consultinvest Alessandro Mengucci.

“Jasaitis è forse il giocatore comunitario più ricco di talento ed esperienza che siamo riusciti a portare in biancorosso da quando io sono presidente” ha esordito Ario Costa, sottolineando come proprio la grande esperienza di Simas, che ha giocato in alcuni dei più importanti campionati del basket europeo, come quelli di Russia, Spagna, Turchia e Israele, potrà risultare fondamentale per creare una nuova Vuelle compatta e ben adattata al gioco che si pratica nel Vecchio Continente.

Parole sante, se si pensa che proprio la mancanza di maturità ed esperienza è stata negli ultimi anni uno dei lati più negativi della nostra Vuelle, quasi tutta formata da rookies d’oltre oceano giovanissimi e mai visti sui parquet d’Europa.

“Che giocatore sono? Di certo non uno che pensa solo a far punti per ingrassare il proprio tabellino” ha assicurato Jasaitis “sono invece un forward abituato a mettermi al servizio del collettivo per far crescere di livello tutto il gioco di squadra, lavorando forte soprattutto in difesa e a rimbalzo. E arrivando in questa mia nuova squadra che avrà nel roster anche giovani americani poco esperti del basket europeo, mi impegnerò al massimo per far loro da guida, così che possano integrarsi al meglio, ed in tempi brevi, nei giochi pensati per noi dal nostro coach.

Del resto, sappiamo tutti che il basket è uno sport di squadra, nel quale la coesione del gruppo è fondamentale per fare risultato: per questo dovremo concentrarci al massimo in ogni partita, lottando tutti assieme come se ogni gara fosse quella decisiva della stagione. Perché ho scelto il numero 13 per la mia maglia Vuelle? Perché” ha concluso Simas “da sempre il mio idolo è stato Sarunas Marciulionis, uno dei più grandi giocatori lituani di sempre (ha giocato anche nella NBA ed è entrato nella Memorial Basketball Hall of Fame, n.d.R.), che indossava anche lui la maglia numero 13”.

Evidente la soddisfazione di Stefano Cioppi, che ha lavorato incessantemente per assicurare alla Vuelle l’ingaggio di Jasaitis: “Sono felicissimo di aver portato a Pesaro un giocatore come Simas, che deve essere considerato un vero maestro del basket europeo, nel quel ha giocato per molti anni ai massimi livelli. Spero solo che possa rimanere per più stagioni in maglia Vuelle, entrando pienamente in sintonia con i compagni e col coach”.

A proposito del coach: Piero Bucchi è stato il “desaparecido” della serata. Che avesse altri importanti impegni da assolvere in contemporanea? Magari per arrivare finalmente alla firma del tanto atteso playmaker USA?...


   

di Alberto Pisani







Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2016 alle 09:30 sul giornale del 22 luglio 2016 - 3159 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, victoria libertas, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro, simas jasaitis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/azrR







.