PCL: "Il Comune non conceda più spazi ai fascisti di CasaPound"

partito comunista dei lavoratori 2' di lettura 03/07/2016 - Sabato mattina un gruppetto di fascisti di Casapound raccoglieva la spesa presso la Galleria Miralfiore di Pesaro. La loro iniziativa "solidale" è rivolta soltanto alle famiglie bisognose che vantano puro sangue italiano, in quanto, a loro dire, i bisognosi di altra nazionalità godrebbero di privilegi che agli italiani sarebbero preclusi.

Non vogliamo entrare nel merito delle loro iniziative razziste e ridicole, sappiamo che purtroppo esiste un substrato xenofobo tra la popolazione che è andato aumentando con la crisi e che andrebbe arginato e ricondotto alla realtà dei fatti: la crisi non sarà risolta fermando l'immigrazione (obiettivo antistorico e impossibile da realizzare), ma cambiando questo sistema in cui una piccolissima percentuale di popolazione possiede la maggioranza dei beni. Ma i fascisti, lo sappiamo, durante le crisi economiche si ringalluzziscono cavalcando il malcontento con i loro squallidi argomenti. Ciò che oggi ci preoccupa ancora di più è che ieri mattina occupavano uno spazio pubblico esibendo tanto di permesso. Per ottenere quello spazio, infatti, bisogna chiedere un permesso al Comune, permesso, tra l'altro, molto difficile da ottenere in quanto di solito richiesto da diverse associazioni; poi bisogna recarsi in Questura per ottenere un altro permesso...In tutti questi passaggi nessuno ha pensato di bloccare questa richiesta xenofoba che proveniva da un gruppo notoriamente fascista. Ci chiediamo come sia possibile che sia avvenuta una simile "svista", se di questo si tratta (ma ne dubitiamo, viste le difficoltà e i tempi di attesa ai quali andiamo incontro ogni volta che richiediamo l'utilizzo dello spazio pubblico), e soprattutto auspichiamo che non avvenga mai più.

Pesaro è una città orgogliosamente antifascista e tale deve rimanere, se il Comune pensa sia opportuno concedere degli spazi a certi gruppi ci opporremo, insieme alle altre forze antifasciste, e faremo in modo, la prossima volta, che i fascisti se ne tornino da dove sono venuti.


   

da Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2016 alle 11:53 sul giornale del 04 luglio 2016 - 2619 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Partito Comunista dei Lavoratori, casapound, politica pesaro, comunisti, Partito Comunista dei Lavoratori Sez. Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ayMI





logoEV
logoEV


.