Vis Pesaro, Amaolo: “Andremo a Giulianova a cercare i punti necessari per la salvezza matematica”

Daniele Amaolo allenatore Vis Pesaro 3' di lettura 25/04/2016 - Meno uno. Meno uno. Meno uno. Un mantra da ripetere fino a domenica, quando la truppa di mister Amaolo sarà impegnata sul terreno del “Rubens Fadini” di Giulianova. Una sfida sulla carta poco probante ma in realtà complicata sotto tanti punti di vista.

La giornata appena passata ha decretato la definitiva retrocessione in Eccellenza dei canarini: proprio per questo la Vis Pesaro si troverà di fronte un squadra che non ha nulla, ma proprio nulla da perdere. Intanto i biancorossi si godono il giusto pareggio maturato contro il Matelica di coach Aldo Clementi. Una gara partita un poco in salita, nel segno di qualche sparuta amnesia a centrocampo per via del terreno di gioco progressivamente più allentato e di un giro palla molto ben orchestrato dai maceratesi. La spettacolare rete di Frinconi pareva aver tagliato le gambe ai biancorossi. Nulla di più sbagliato. Nel secondo tempo è venuta fuori la Vis che tutti conosciamo: compattezza, profondità e qualità. Poi la magistrale punizione di Falomi che ha siglato il pareggio. Triplice fischio finale.

In sala stampa un soddisfatto Amaolo: “Un pareggio soffertissimo perché è venuto fuori contro una squadra in palla. C’è stata una buona prestazione da parte della squadra nonostante qualche difficoltà nel primo tempo. Dopo il goal dello svantaggio ci siamo un po’ disuniti ma nella seconda frazione ci abbiamo provato prima con Falomi, poi con Ruci ed infine con la prodezza (rete) di Falomi che ci ha permesso di ottenere questo pareggio senz’altro meritato”.

Sulla salvezza ancora da acquisire: “Speravo bastassero 40 punti. Oggi siamo arrivati a quota 42. Ancora la matematica non c’è, quindi dovremo andare a Giulianova a cercare i punti (il punto) necessari (necessario). Il tecnico sangiorgese non lesina qualche parola sulla positiva prova del (quasi) debuttante Matteo Gnaldi: “Il ragazzo è cresciuto tantissimo, si sta allenando con il massimo impegno. Ripeto: in altre circostanze qualche altro giovane viene penalizzato. L’importante è che ci si faccia trovare pronti quando si viene chiamati in causa. Così è stato Matteo oggi. Ha fatto una gara con poche sbavature”.

Dall’altra parte, un mister Clementi : “Il risultato ci voleva per acquisire un po’ di autostima. Era importante fermare questa emorragia. Siamo venuti qua per fare risultato. A un certo punto della partita credevamo di portare via l’intera posta. Siamo stati molto bravi a contrastare la grande salute di una squadra come la Vis. Credo che tutti abbiano fatto un grandissimo lavoro. Il risultato tutto sommato rispecchia l’equilibrio manifestato in campo”.

Piccolo recap della giornata di ieri in chiave squadre coinvolte nella volata salvezza. Castelfidardo (37 pt) e Isernia (36 pt) non si fanno male: 0-0 in terra anconetana. L’Avezzano (41 pt) batte di misura l’Amiternina (24pt), ufficialmente condannata alla retrocessione. Olympia Agnonese (37pt) asfaltata per 3-5 dalla Sambenedettese, mentre il Monticelli si complica la vita da solo perdendo al “Del Duca” per 0- 2 contro l’Alma Juventus Fano. Infine il Giulianova (23pt), capitolato sotto i colpi dell’armata Campobasso.






Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2016 alle 08:49 sul giornale del 26 aprile 2016 - 1483 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, calcio, vivere pesaro, vis pesaro, articolo, Daniele Amaolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/awey





logoEV
logoEV


.