Figaro qua, Figaro là. Ancora tre giorni dedicati a Gioachino Rossini

Gioachino Rossini 3' di lettura 25/02/2016 - Ancora tre giorni dedicati a Gioachino Rossini, il grande compositore pesarese a cui la città dedica un ricco cartellone di iniziative: “Figaro qua, Figaro là. Pesaro per i 200 anni del Barbiere di Siviglia e il compleanno di Rossini”.

Il programma è promosso dal Comune di Pesaro con la Regione Marche, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Fondazione Rossini, l’AMAT e il Sistema Museo. L’iniziativa è la prima tappa, denominata “Atto primo, scena prima”, di quelle che saranno nel 2018 le celebrazioni per il 150° anniversario della morte dell’artista.

Dunque, si prosegue, sabato 27 febbraio, quando dal balcone di Casa Rossini, alle ore 18.30 e alle 19.30, si affaccerà il soprano Francesca Lombardi Mazzulli accompagnata al pianoforte da Meri Piersanti per Rossini in sorsi, a cura di E lucevan le stelle. Sempre sabato, per parlare di Gioachino gourmet l’appuntamento è fissato alle ore 16 a Tipico.tips con la conversazione con Alfredo Antonaros e Tommaso Lucchetti dal titolo Rossini nell’olimpo dei grandi gourmet, cui seguirà una degustazione a cura di CIBUS. Conclude il programma della giornata, alle ore 18, al teatro Rossini la Filarmonica Gioachino Rossini, diretta da Donato Renzetti e al violino Lucio Degani, con il concerto Rossini, Respighi, Elgar a cura di Ente Concerti (biglietti da € 7 a € 20). Raddoppia Rossini in sorsi: sabato 27 e domenica 28 febbraio alla chiesa dell’Annunziata – ore 11 e alle 12 – con Roberta Pandolfi al pianoforte (ingresso libero).

Lunedì 29 febbraio, giornata conclusiva di “Figaro qua, Figaro là”, si aprirà alle ore 17.30 a Casa Rossini con la Visita animata ‘con il Maestro Rossini’. In serata alle ore 20.30 l’appuntamento è al teatro Rossini dove a celebrare nel modo più solenne il compleanno del “Cigno”, che ricorre proprio il 29 febbraio, sarà Il Barbiere di Siviglia diretto da Alberto Zedda. L’evento, in forma di concerto, è organizzato da conservatorio Rossini, Accademia Rossiniana del Rossini Opera Festival, Comune di Pesaro, AMAT e Fondazione Rossini. Il Maestro Zedda, autore dell’edizione critica dell’opera di cui ricorre altresì il bicentenario della prima esecuzione, dirige Orchestra e Coro del conservatorio Rossini. Nella compagnia di canto figurano talenti tra i più brillanti usciti dalle ultime edizioni dell’Accademia Rossiniana: Sunnyboy Dladla (Conte d’Almaviva), Filippo Fontana (Bartolo), Cecilia Molinari (Rosina), Yunpeng Wang (Figaro), Dimitri Pkhaladze (Basilio). Al loro fianco, alcuni dei migliori allievi delle classi di canto del conservatorio Rossini: Giorgia Paci (Berta), Li Shuxin (Fiorello), Giuseppe Lamicela (Ambrogio) e Xue Tao (Un Ufficiale). Biglietti già in vendita, da € 7,50 a € 27.

Per tutta la durata della manifestazione dal 20 al 29 febbraio, Casa Rossini osserva l’apertura straordinaria tutti i giorni, orario 10 – 13 / 15.30 – 18.30; ingresso libero con Card Pesaro Cult il 29 febbraio, Promozione Art Glass € 3 (anziché € 5). Dal 27 al 29 febbraio al Tempietto Rossiniano e a Palazzo Olivieri visite guidate dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17 alle ore 19.

Per informazioni: www.pesarocultura.it, Teatro Rossini 0721 387620/1, Musei Civici 0721 387541, Casa Rossini 0721 387357.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2016 alle 09:02 sul giornale del 26 febbraio 2016 - 1435 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, Comune di Pesaro, gioachino rossini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/at8g