Vallefoglia: ad Aspes la gestione dei servizi cimiteriali, di riscossione tributi e di gestione del verde

Pieri e Ucchielli 2' di lettura 04/02/2016 - Presentato questa mattina nella sede dell'amministrazione comunale di Vallefoglia presso gli uffici di Morciola, il nuovo contratto di servizio tra Aspes e il Comune di Vallefoglia. Tre i servizi affidati ad Aspes: società interamente pubblica la cui compagine societaria è composta da 10 Comuni soci.

Servizio di riscossione coattiva delle entrate comunali: La scelta del Comune di abbandonare Equitalia ed abbandonare di conseguenza il ruolo per prediligere l'ingiunzione di pagamento nasce dal fatto di rendere meno rigida la procedura di riscossione e al tempo stesso più efficace in termini di risultati conseguiti. L'amministrazione conta di recuperare oltre 50 mila euro nel primo anno di affidamento.

Servizi cimiteriali: L'esternalizzazione soltanto di alcune delle attività relative all'intero ciclo di gestione dei servizi cimiteriali e la conseguente frammentazione dei procedimenti tra i vari uffici rende inadeguato il livello di erogazione del servizio in termini di efficienza ed efficacia dello stesso soprattutto in termini di soddisfacimento dell'utenza. L'affidamento del servizio ad Aspes consente di stimare i risparmi in 40 mila euro all'anno

Servizio Verde: Il Comune tramite Aspes eserciterà sul servizio un controllo analogo a quello che avrebbe esercitato se avesse gestito il servizio in economica tramite i propri uffici. Controllo che si rivela fondamentale in termini di qualità. La gestione affidata ad Aspes consentirà di ottenere risparmi stimati in 30 mila euro.

“Il nostro obiettivo è quello di migliorare i servizi resi ai cittadini e al tempo stesso di ottenere risparmi significativi: per questi 3 servizi, cimiteriali, riscossione crediti e verde, stimiamo una razionalizzazione dei costi di circa 120 mila euro – spiega il sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli – Vallefoglia cresce. E' la quarta città della provincia per abitanti, con un'area industriale tra le più importanti del territorio. Da questa sinergia tra Vallefoglia e Aspes, trarrà beneficio tutta la cittàdinanza”.

“Dopo Pesaro, Vallefoglia è il territorio più popoloso che ci ha affidato la gestione di servizi: una sfida importante ma che sappiamo di poter affrontare grazie alla flessibilità e alla professionalità della nostra azienda – spiega il presidente di Aspes Luca Pieri – Saremo anche vicini ai cittadini per ogni esigenza dovesse manifestarsi. Al di là della sede pesarese, infatti, un giorno a settimana sarà attivo uno sportello Aspes presso gli uffici comunali di Morciola. Il futuro? Nei prossimi mesi Aspes potrebbe aprirsi a nuovi Comuni attualmente non soci. E allargare così il suo raggio d'azione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2016 alle 10:26 sul giornale del 05 febbraio 2016 - 1494 letture

In questo articolo si parla di attualità, palmiro ucchielli, luca pieri, aspes, vallefoglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atiZ