Legalità su appalti, forniture e servizi, firmato il Protocollo d'intesa

L'assessore Delle Noci con i Rappresentanti del Tavolo permanente per il rilancio e lo sviluppo dell'economia del territorio 4' di lettura 22/12/2015 - E' stato firmato questa mattina, tra Comune di Pesaro e i Rappresentanti del Tavolo permanente per il rilancio e lo sviluppo dell'economia del territorio, il Protocollo d'intesa per la legalità in materia di appalti di lavori, forniture e servizi.

Il suddetto Protocollo d'intesa nasce con l'intenzione di affermare con forza i principi fondamentali che contraddistinguono una sana economia fondata sulla qualità del lavoro e sulla garanzia occupazionale, nonostante la crisi economica abbia inciso pesantemente sulla realtà economica e produttiva del territorio pesarese. Durante le crisi economiche, la concorrenza sleale, il ricorso al lavoro irregolare, nonché il tentativo dell'attività criminale e mafiosa di condizionare l'economia legale tendono ad aumentare. Le imprese legate alla criminalità organizzata hanno conquistato fette di mercato in tutti i settori economici. Nell’edilizia ciò è avvenuto attraverso gli appalti pubblici e privati, favoriti dalle procedure di gara improntate al massimo ribasso, ed attraverso il controllo delle iniziative immobiliari; nell'industria, nel commercio e nei servizi attraverso la promozione e/o l'acquisizione di aziende operanti prevalentemente nelle forniture alle attività edilizie, nella ristorazione e nelle sue forniture, nei pubblici esercizi (bar, alberghi), nel trasporto merci e nella logistica.

Le conseguenze di questa crisi hanno riflessi importanti sulla proliferazione dei fattori di rischio della corruzione, i cui costi non sono solo economici ma anche sociali. La corruzione danneggia infatti l'economia, l'ambiente, la credibilità delle istituzioni e il contesto sociale. Le minacce sono riconducibili ad una riduzione della crescita, una diminuzione della qualità e sostenibilità degli investimenti pubblici e privati, minori guadagni per le imprese "oneste", povertà e disuguaglianza sociale. Danni così diffusi incidono gravemente sulla sostenibilità del paese, minando alle radici la possibilità di sviluppo e di benessere futuro. Gli appalti sono una leva fondamentale per sostenere l’economia, dare opportunità alle imprese, mantenere e creare buoni posti di lavoro, per questo devono rappresentare strumenti di legalità e trasparenza.

Con questo Protocollo si vuole definire e condividere con i rappresentanti del mondo economico e sociale pesarese, una visione delle gare che garantisca libera concorrenza, legalità, efficienza e coesione sociale, ostacolando eventuali fenomeni di corruzione. A Pesaro, nell'anno 2011, è stato sottoscritto un protocollo d'intesa fra la Prefettura, la Provincia di Pesaro e Urbino, le Comunità Montane del Montefeltro, dell’Alto e Medio Metauro, del Catria e del Nerone, la CCIAA di Pesaro e Urbino, INPS, INAIL, Cassa Edile della provincia di Pesaro e Urbino e Cassa Edile Artigiana Marche, ASUR, Azienda Ospedaliera Marche Nord, E.R.A.P, Università degli Studi di Urbino, le associazioni di categoria (Cnfindustria, Api, Confartigianato, Cna, casartigiani) i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Anmil, Lega Cooperative, Confcooperative, oltre ai Sindaci di tutti i Comuni delle Marche, finalizzato alla promozione della legalità e delle condizioni di sicurezza nel lavoro, con particolare riferimento ai cantieri di lavori pubblici nella provincia.

La Regione Marche, attraverso la L.R. 16/2014 (Disposizioni per l’attuazione delle politiche regionali per la promozione della cultura della legalità), si impegna affinchè siano promosse azioni di tipo educativo, formativo , di prevenzione e culturale. In particolare modo, all'art. 8 (progetti degli enti locali), la Regione sostiene la progettazione degli interventi degli enti locali anche in raccordo con i soggetti istituzionali e sociali interessati; l'elaborazione di questo protocollo di intesa per la legalità, in collaborazione con i rappresentanti del tavolo permanente per il rilancio e lo sviluppo dell'economia del territorio, rappresenta l'espressione di questo tipo di intervento.

Il presente Protocollo è inoltre coerente con il protocollo d'intesa per lo sviluppo della competitività del sistema produttivo locale (tavolo permanente per il rilancio dell'economia), approvato con DGC n. 8 del 27/01/2015 e sottoscritto in data 29/01/2015, strumento operativo di condivisione di una strategia di rilancio economico del territorio e di promozione dell'occupazione. In questa fase, anticipando le novità introdotte dalla normativa comunitaria sugli appalti pubblici, il presente Protocollo si pone innanzitutto l'obiettivo di rendere più snelle e chiare alcune procedure di gara del Comune di Pesaro a cominciare dai requisiti da chiedere alle imprese partecipanti, dalle garanzie occupazionali, contribuendo in questo modo a un significativo processo di qualificazione del mercato del lavoro legato agli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Con il presente Protocollo le parti intendono inserire ulteriori elementi qualificanti sul versante della legalità e sulla trasparenza di tutte le fasi di un appalto, nel rispetto della legislazione comunitaria, nazionale e regionale in materia di appalti pubblici e tutela della privacy.








Questo è un articolo pubblicato il 22-12-2015 alle 11:59 sul giornale del 23 dicembre 2015 - 1670 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, redazione, pesaro, appalti, servizi, articolo, forniture

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arT9





logoEV
logoEV