Trasporto sanitario, Cecconi (M5S): Asur paghi le fatture arretrate, debito arrivato a 700mila euro

ambulanza 1' di lettura 09/12/2015 - “È trascorso più di un mese da quando, di fronte al Prefetto di Pesaro, Asur prometteva alle aziende che gestiscono il trasporto sanitario di pagare loro le fatture arretrate entro 20 giorni, eppure ancora di quei soldi non vi è traccia.” A dirlo è Andrea Cecconi, deputato pesarese.

“Nel frattempo sono 88 i lavoratori che continuano a lavorare senza percepire compensi dal mese di ottobre e il debito Asur è arrivato a 700.000 euro.” I colpevoli? “I vertici politici della Regione, in primis l’assessore alla Sanità ad interim, Luca Cerisicoli, nonché i dirigenti sanitari da lui nominati continuano a negare la tutela minima ai lavoratori, lasciando che la situazione degeneri ulteriormente.”

“La situazione è talmente disastrosa – prosegue Cecconi – che vi è un solo ente, One Emergenza, che si fa carico di svolgere il servizio ambulanze. Pochi giorni fa, però, anche One Emergenza è stata costretta ad annunciare l’interruzione del servizio a partire dal 31 dicembre e il conseguente licenziamento di 40 dipendenti.”

Il deputato pesarese si interroga sulla sostenibilità della situazione attuale. “Come si può continuare a gestire un servizio essenziale come il trasporto sanitario con tanta superficialità? I cittadini meritano di avere un servizio efficiente e ben strutturato, ottenuto con gare trasparenti, controlli rigidi e compensi garantiti, non questa situazione costantemente sul punto di implodere.”

“Cosa dobbiamo aspettarci per il prossimo anno?” conclude “Il tempo delle chiacchiere è finito, meritiamo delle risposte.”


da Andrea Cecconi
Deputato Movimento 5 Stelle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2015 alle 10:23 sul giornale del 10 dicembre 2015 - 851 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, ambulanza, trasporto sanitario, Movimento 5 Stelle, andrea cecconi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arpm





logoEV
logoEV