Apertura da record a Candelara con quasi 10mila visitatori

Candele a Candelara 3' di lettura 29/11/2015 - Primo week-end, primo centro. Soddisfatti gli organizzatori della festa dedicata alle candele che al primo dei tre fine settimana mai avrebbero immaginato di superare i numeri dello scorso anno. Il fine settimana di apertura dell’edizione numero 12, ha infatti segnato un ulteriore insperato successo in termini di affluenza.

Nella giornata di sabato sono stati oltre 30 i pullman giunti da ogni parte dello stivale, mentre oggi hanno superato addirittura quota 60 segnando un vero e proprio record e confermando il crescente interesse di agenzie e tour operator per Candele a Candelara. Si tratta di bus "certificati", ovvero muniti di pass rilasciati dall'organizzazione. Non vengono conteggiati ovviamente quelli che arrivano senza preavviso all'organizzazione (e sono tanti), e che comunque vengono bloccati al "varco" di Santa Veneranda.

La XII edizione si apre dunque sotto i migliori auspici. Si calcola che al termine di questi primi due giorni siano stati oltre 9.500 gli ingressi al botteghino della Pro Loco (3.200 nella sola giornata di sabato). Oggi poi gli organizzatori sono stati costretti ad attivare una quarta navetta da e per Pesaro per dare modo ai tanti camperisti e turisti dei pullman dirottati nella zona Cinque Torri di raggiungere in bus la festa.

Tanto lavoro per le due tensostrutture al coperto che hanno offerto non i piatti tipici della tradizione ma anche la riproposta di successo dello scorso anno ovvero i bolliti (cappelletti in brodo, lessi e carni bollite, verdure) che siglano la seconda edizione de “I Bolliti d’Italia”, nuova proposta enogastronomica all’interno della festa. Gettonatissime come sempre le tipiche casette in legno sparse lungo le vie del paese con oggetti d’artigianato e proposte originali per il Natale.

L’articolo più richiesto, manco a dirlo, è stata come sempre la candela, in tutte le forme, dimensioni e lavorazioni. Numerose le attrazioni, compresa la richiestissima Officina di Babbo Natale. Tanti gli apprezzamenti un’altra attrazione che ha entusiasmato soprattutto i più piccoli, ovvero il vicolo innevato. Insomma, tante attrazioni per una festa che sta facendo parlare di sé anche all’estero. Anche ieri notevole la presenza di pullman provenienti dal nord a conferma che Candelara sta diventando attrattiva anche per località con un’antica tradizione relativa ai mercatini di Natale.

Più di 150 i camper che sono arrivati per questo primo week-end e che hanno sostato nei parcheggi di Villa Berloni, del Campus Scolastico e di via dell’Acquedotto. Ma il grosso del popolo su quattro ruote è atteso per il week-end dell’Immacolata.

I momenti più affollati hanno coinciso con i due spegnimenti programmati della luce elettrica (17.30 e 18.30). Ammirazione e stupore del pubblico per i giochi pirici al Campanile di San Francesco e per il successivo lancio di 50 palloncini con led luminosi. Molto apprezzate anche le attrazioni musicali ed il concerto del Coro Jubilate. Funziona alla grande anche la sinergia con Pesaro che quest’anno si è presentata al meglio approfittando della grande affluenza della festa delle Candele. Le meraviglie di Candelara e Piazza del Popolo a Pesaro così addobbata hanno lasciato i turisti che hanno scelto la nostra provincia a bocca aperta.

Ricchissimo il programma per il prossimo week-end. A questo proposito, ed in previsione dell’arrivo di tanti visitatori da ogni parte d’Italia, gli organizzatori invitano i pesaresi a visitare Candele a Candelara nell’ultimo week-end ed evitare i pomeriggi di sabato e domenica prossimi così come lunedì e martedì privilegiando magari la mattinata. E sconsigliatissimo l’uso del mezzo proprio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2015 alle 21:04 sul giornale del 30 novembre 2015 - 2226 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, candelara, Candelara a Candelara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq4O





logoEV