Aspettando Cecilia, un omaggio alla Santa della Musica al Circolo Amici della Lirica

Aspettando Cecilia, un omaggio alla Santa della Musica al Circolo Amici della Lirica 3' di lettura 27/11/2015 - Pomeriggio carico di emozioni al Circolo Amici della Lirica Gioachino Rossini di Pesaro, dove sabato 21 novembre si è svolto, in collaborazione con il Concorso Internazionale Musicale Città di Pesaro, il Recital “Aspettando Cecilia”, nato e voluto per celebrare la Santa Patrona della Musica.

Il Recital è stato un fortunato connubio tra musica e poesia, grazie alla intensa voce della giovanissima e talentuosa soprano Evgeniya Chislova, accompagnata al pianoforte dalla Maestra Francesca Matacena, stimata docente di Pianoforte Principale al Conservatorio di Pesaro G. Rossini, e alle liriche della raffinata poetessa pesarese Laura Corraducci, che alla Santa della Musica ha dedicato la sezione finale della sua ultima opera, “Il Canto di Cecilia e altre poesie”.

Il Recital si è aperto con una narrazione storica della vita della Santa, a cura di Eleonora Rubechi Mensitieri, per proseguire con il momento musicale, che ha visto come protagonista il sommo Dante Alighieri: il duo Chislova Matacena ha voluto infatti celebrare il sommo poeta per i 750 anni dalla nascita scegliendo arie di opere che i più grandi compositori hanno creato ispirandosi e reinterpretando i versi del Ghibellin Fuggiasco, come “Noi leggiavamo insieme “ di Amilcare Ponchielli, “O mio Babbino Caro” da Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, “Paolo, datemi pace” di Zandonai, un canto rivelatore del pathos amoroso che anima Francesca e che la condurrà alla “bufera infernal che mai non resta”.

Evgeniya, vincitrice nel 2011 del Concorso Città di Pesaro, ha cantato con ardore e passione le arie prescelte, mostrando particolare intensità in “Musica Proibita” di Gastaldon: una voce emozionante e coinvolgente la sua, che ha particolarmente impressionato gli spettatori presenti per lo speciale timbro e la freschezza espressiva. Evgeniya è stata sapientemente accompagnata dal pianoforte di Francesca Matacena, che alla attività didattica affianca quella di mentore e mecenate di giovani talenti, grazie alla mansione di Direttore Artistico del Concorso Città di Pesaro.

A seguire, le poesie di Laura Corraducci hanno ricondotto il pubblico al tema centrale, la Santa della Musica. Un canto composto da nove poesie incisive, penetranti, che gettano l'ascoltatore nella vicenda umana di Cecilia, vergine, innocente, che si trova a dover scegliere tra la vita e ciò che alla sua vita dà senso: la fede. Ai colpi crudeli del boia Cecilia oppone il suo canto, la sua fragilità, la sua fermezza implacabile ma dolce, che “mentre Roma sigillava le tombe” la porta a divenire un simbolo di forza esemplare.

La conclusione non poteva che essere rossiniana, in omaggio al Circolo e al Cigno di Pesaro : la Chislova e la Maestra Matacena hanno concluso con un brioso bis da “Il Barbiere di Siviglia”, “Una voce poco fa”, ultima armoniosa pennellata nel quadro di un evento quanto mai ricco e suggestivo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2015 alle 09:31 sul giornale del 28 novembre 2015 - 891 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, Circolo Amici della Lirica, Aspettando Cecilia, Santa della Musica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqYL





logoEV
logoEV