Vallefoglia: arrestato a Montecchio un marocchino ricercato per tentato omicidio

arresto dei carabinieri 1' di lettura 25/11/2015 - Un marocchino 28enne, Abir Essabil Yasine, ricercato per i reati di tentato omicidio in concorso, porto abusivo di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato rintracciato e arrestato a Montecchio di Vallefoglia.

Nel corso del servizio, i carabinieri della Stazione di Montecchio di Vallefoglia hanno rintracciato e arrestato Abir Essabil Yasine, 28/enne di origine marocchina, anagraficamente residente nella Provincia di Lecce, destinatario di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Urbino, dovendo scontare la pena definitiva di anni 2 (due) e mesi 7 (sette) di reclusione per i reati di tentato omicidio in concorso, porto abusivo di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reati commessi in Sassocorvaro (PU) e Vallefoglia (PU), nel dicembre del 2014.

Lo straniero, libero e domiciliato a Montecchio di Vallefoglia, è stato ritenuto responsabile, in concorso con altri 3 cittadini extracomunitari, del tentato omicidio ai danni di un 32enne suo connazionale, commesso il 07 dicembre 2014. La vittima era stata rinvenuta in Sassocorvaro, sulla pubblica via, con diverse ferite da arma da taglio all’altezza di organi vitali ed a seguito delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Urbino (P.M. Dott.ssa Irene Lilliu), i carabinieri della Compagnia di Urbino identificarono e catturarono successivamente gli autori, tutti poi condannati con patteggiamento dal GIP del Tribunale di Urbino, nello scorso mese di giugno, alla pena di anni 3 e mesi 2 di reclusione.






Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2015 alle 21:42 sul giornale del 26 novembre 2015 - 6370 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, pesaro, roberta baldini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqTJ





logoEV