Stagione danza 2015-2016: interviste a Terry Chegia di Stomp e Davide Bombana per Romeo e Giulietta

spettacolo Stomp a La Fenice 3' di lettura 24/11/2015 - Due serate di danza in esclusiva regionale e debutto in prima assoluta al Teatro Rossini di Pesaro, per la stagione di danza 2015-2016. Si è concluso con uno spettacolo in più la performance teatrale di STOMP, gruppo americano, che sta ottenendo un successo internazionale e che nelle tre serate pesaresi ha riscosso un pienone, mai vito per spettacoli di danza contemporanea al teatro Rossini.

Therry Chegia è la mente artistica di questo gruppo spettacolare, che con oggetti domestici, poveri, riescono a raggiungere suoni e ritmi, definiti metropolitani, ma che addirittura possono essere ai primordi della storia della musica.

“Stomp sta per compiere 25 anni di attività. Il suo linguaggio e la musica arcaica, il suono, il ritmo e il silenzio, il verso della bocca, sottolinea Therry Chegia. A Pesaro, abbiamo avuto tanti estimatori e quindi pensiamo che il successo degli Stomp non sia legato solo ai grandi circuiti teatrali , ma anche a teatri storici come il teatro Rossini di una città di provincia, che però respira cultura internazionale, come Pesaro. ‘’

Vi sono in questi suoni del nostro tempo delle contaminazioni con il jazz? “Certamente, la ricerca fatta dagli artisti di Stomp, che dedicano ore di prove, per arrivare alla perfezione ritmica dei suoni, risente anche delle correnti avanguardistiche del jazz e di una cultura under ground che è molto diffusa negli States e sta avendo enorme consenso anche in Europa. Se pensiamo a certe interpretazioni dell’Art ensemble of Chicago, ritroviamo dei riferimenti metropolitani, che Stomp, sviluppano con il battito delle mani, il fruscio delle, il frastuono dei bidoni. In una società consumistica, quanti oggetti, anche inutili possono divenire musica, parola e sentimenti’’.

Sabato 5 dicembre alle ore 21,00 nuovo appuntamento con la danza al teatro Rossini. La Compagnia Junior Ballett di Toscana diretta da Cristina Bozzolini, presenterà come debutto in prima assoluta ROMEO E GIULIETTA – balletto in un atto unico. Regia e coreografia di Davide Bombana. Musica di Sergej Prokofiev.

Maestro Bombana, ci parli di questo allestimento di Romeo e Giulietta? “Romeo e Giulietta è il balletto che ho danzato di più nella mia carriera artistica, impersonando i ruoli di Romeo e Mercuzio. E’ una composizione tragica di Prokofiev che è di grande attualità. L’intolleranza, la violenza, gli odi atavici, gli scontri tra faide, non sono purtroppo attuali ancora ai nostri giorni. Ma la vera tragedia di Romeo e Giulietta rimane la sconfitta dell’amore, nel senso più puro del termine, senza pregiudizi, moralismi, culture, davanti alla cecità e alla barbarie dell’odio razziale, del conflitto di ideologie e religioni. Ho vulto creare questo mio primo Giulietta e Romeo, su proposta di Cristina Bozzolini, in una versione da “camera’’ focalizzando e comprimendo il dramma sull’impulso vitale e veemente che solo l’amore e la passione giovanili possono avere’’.






Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2015 alle 08:26 sul giornale del 25 novembre 2015 - 950 letture

In questo articolo si parla di la fenice, spettacoli, pesaro, romeo e giulietta, stomp, Paolo Montanari, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqO0





logoEV