Elisa Mezzasoma presenta myCicero Volley Pesaro – Clendy Aversa

Elisa Mezzasoma 2' di lettura 21/11/2015 - Doppio turno casalingo per la formazione pesarese della myCicero Volley Pesaro che, dopo aver battuto mercoledì con un splendida vittoria la Kioto Caserta, unica nota negativa l’assenza di pubblico, cerca di fare il bis, sempre al Pala Banca Marche, domani (domenica 22 novembre 2015), alle ore 18, contro la temibile formazione della Clendy Aversa che, attualmente, condivide gli stessi 9 punti in classifica proprio con Pesaro.

A presentare la partita Elisa Mezzasoma, riconfermatissimo opposto, dopo la stagione precedente in B1, e titolare anche quest’anno in A2 dove sta facendo la sua figura scardinando, solo come lei sa fare, il muro o la difesa avversaria, e bombardando con missili terra aria ogni tipo di pallone giocabile che gli arriva tra le mani.

Tornando ad Aversa, ecco cosa ha detto Mezzasoma: “Dopo Monza e dopo il turno infrasettimanale con Caserta, dove avevamo speso molto, abbiamo avuto il giovedì di riposo assoluto, che ci ha permesso di ricaricare appieno le pile, siamo consapevoli che ci aspetta l’ennesima battaglia di questa stagione, la settima per l’esattezza (siamo alla metà esatta del giorno di andata essendovi 14 formazioni in A2), e per quanto abbiamo potuto vedere fino ad ora dal video, loro sono una squadra molto ordinata e la sua forza arriva dalla continuità di proporsi in modo semplice ma efficace, hanno un opposto come Ivana Lukovic molto esperta, come del resto anche al centro con la Tasca che ha giocato anche a Bergamo e la Neriotti, per quanto riguarda le bande dovrebbe essere assente la Manfredini e, al suo posto, dovrebbe giocare la Devatag, mentre al palleggio hanno l’espertissima Elena Drozina (37 anni ndr)”.

Continua la sua attenta analisi la pesarese:”Visto l’infortunio capitato alla Manfredini, dovrebbero giocare con una ricezione a due, di conseguenza a noi resterebbe molto campo, per questo motivo abbiamo lavorato tanto sulla battuta che mercoledì sera non è andata bene a differenza del muro e dell’attacco. Infatti battere bene vuol dire cercare di metterle in difficoltà nella zona di conflitto, perché appunto loro potrebbero avere più problemi del solito in ricezione; ovviamente poi noi dobbiamo continuare a stare attente come sempre ai dettagli e soprattutto a cercare di limitare i nostri break in negativo che ogni tanto subiamo, sia di concentrazione sia per la bravura dell’avversario. Sicuramente posso garantire che sarà un'altra battaglia, ma noi siamo come sempre pronte a darla e cercheremo di ottenere il massimo dei punti anche da questa sfida prima della lunga e impegnativa trasferta di Olbia, cercando ci capitalizzare il più possibile la fortuna del doppio turno casalingo, anche perché poi Aversa i suoi 9 punti li ha costruiti tutti fra le mura amiche, perdendo invece sempre fuori casa”.






Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2015 alle 09:25 sul giornale del 22 novembre 2015 - 1429 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, volley, volley pesaro, danilo billi, articolo, Elisa Mezzasoma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqI7


Lorenzo Rossi

22 novembre, 11:47
"come solo lei sa fare", immagino!




logoEV
logoEV