La Banda di Montelabbate festeggia Santa Cecilia e Don Bosco

Corpo Bandistico G.Rossini Montelabbate 2' di lettura 20/11/2015 - Il Corpo Bandistico “G. Rossini” di Montelabbate festeggia anche quest’anno S. Cecilia, patrona della musica e dei musicisti, domenica 22 Novembre.

Attorno alle ore 10, la banda sfilerà per il borgo di Montelabbate per recarsi presso la lapide commemorativa del centenario di fondazione (vecchio Municipio) dove renderà omaggio ai suoi ex componenti, maestri e dirigenti, deponendo una corona di alloro.

Alle ore 11:15 presso la Chiesa Parrocchiale di Osteria Nuova la banda, insieme al coro parrocchiale “S.Giovanni Bosco”, animeranno la S.Messa Per l’occasione il coro e la banda proporranno brani liturgici, arrangiati appositamente per banda, alcuni dei quali direttamente dal Maestro Omar Serafini. Durante la S. Messa, celebrata da Don Lorenzo Volponi, la banda affida al Signore l’anno musicale appena trascorso e il difficile compito educativo tra i giovani.

E’ bello affidare questo compito nella chiesa intitolata a Don Bosco, Santo che tra le sue attività per allontanare i giovani dalle cattive strade, utilizzava proprio la musica fondando una banda nel suo oratorio.

Quest’anno ricorre il bicentenario della nascita di Don Bosco. Ci piace allora riportare alcune parole tratte da un intervista ad un sacerdote che continua ancora oggi l’opera di Don Bosco, riguardo alla musica e al suo compito educativo.

Un oratorio senza musica è come un corpo senza anima. Don Bosco ha saputo valorizzare tutti i linguaggi giovanili, in modo particolare quello della musica, non fine a se stessa ma come espressione da coltivare nella vita. La cultura musicale dei giovani è molto cambiata, dobbiamo restituirla come momento di socialità perché così si coltiva davvero sé stessi.

Don Bosco sapeva rendere protagonisti i giovani, tra loro sono cresciuti buoni compositori che davano voce alla cultura di un ambiente. Aveva creato una banda a Valdocco, radunava tanti ragazzi e intorno a loro tutto il paese. Un’esperienza ricca e interessante.

La musica fa vedere che l’uomo non è riducibile alla sua dimensione economica e funzionale, la musica accompagna le esperienze più intime della vita, la musica fa parte di ciò che c’è di più ricco nell’animo umano. Molto spesso la musica viene solo consumata, bisogna credere nella voglia che i ragazzi hanno di creare qualcosa insieme


Il Corpo Bandistico “G.Rossini” quindi quest’anno festeggerà S. Cecilia, ma ricorderà in questa occasione anche Don Bosco riconoscendo in lui un esempio da seguire e da cui imparare.

Al termine della celebrazione il Corpo Bandistico eseguirà un breve concerto spaziando su vari generi musicali .






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2015 alle 10:17 sul giornale del 21 novembre 2015 - 1091 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, montelabbate, banda rossini, corpo bandistico di montelabbate, Corpo Bandistico G.Rossini Montelabbate

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqGJ





logoEV