"Positivo alla salute", il nuovo progetto Uisp contro il doping

"Positivo alla salute", il progetto Uisp che coinvolge gli studenti del Marconi di Pesaro 2' di lettura 16/11/2015 - "Positivo alla salute", il progetto Uisp che coinvolge gli studenti del Marconi di Pesaro nella campagna di comunicazione contro il doping.

Si chiama "Positivo alla salute" il nuovo progetto UISP finanziato dal ministero della Salute, Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive. Un progetto che coinvolge sei classi del Liceo Scientifico e Musicale Marconi e punta sull’ideazione e realizzazione di prodotti comunicativi.

I ragazzi, supportati dagli insegnanti e dagli operatori UISP, realizzeranno prodotti informativi come video, vignette, giornali, manifesti, striscioni, canzoni, spot, performance teatrali.

Ogni classe sarà libera di ideare la propria campagna, ma tutte realizzeranno materiale per la web radio, una piattaforma on line su cui caricare i contenuti prodotti in classe durante il progetto: si tratta di una web radio in podcast, con trasmissioni radiofoniche on demand che verranno rese disponibili su Internet e accessibili anche agli smartphone, in una piattaforma creata appositamente per loro e ospitata sull’infrastruttura web della Uisp Nazionale.

Nell'ambito sportivo il verbo “doparsi” significa usare sostanze o procedimenti destinati ad aumentare artificialmente il rendimento di un atleta – spiega Mariassunta Abbagnara della UISP di Pesaro Urbino, coordinatrice del progetto. Il progetto però non si ferma al doping sportivo,bensì amplia il discorso alla vita di tutti i giorni dei più giovani. Questo lo rende interessante sul piano della prevenzione, perché permette una riflessione più ampia sul tema, come le strategie per il raggiungimento e superamento di un risultato complicato. La pressione per il risultato scolastico ad esempio, evoca strategie che rimandano a dinamiche di utilizzo di scorciatoie, come l'uso di integratori o aiutini. Stesso discorso per quanto riguarda i canali estetici dell’accettazione, spesso veicolo di patologie anche gravi. Ragionando con gli studenti su un tema per loro conosciuto si avrà la possibilità di partire dalla retorica sportiva per allargarsi a un discorso più ampio e costruttivo”.


da Uisp
Comitato Provinciale Pesaro Urbino







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2015 alle 18:25 sul giornale del 17 novembre 2015 - 1060 letture

In questo articolo si parla di uisp, sport, studenti, doping, Positivo alla salute, progetto Uisp, Marconi di Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqwb