Sondaggio ospedale unico: pesaresi e fanesi contrari alla nuova struttura

Sit in ospedale unico 2' di lettura 14/11/2015 - I cittadini di Pesaro e Fano uniti contro l’ospedale unico. I pesaresi hanno cambiato radicalmente idea perchè sollevano forti dubbi sulla fattibilità finanziaria dell’opera. I fanesi, da sempre contrari, temono invece la subalternità con Pesaro. I pesaresi indicano Muraglia come migliore localizzazione, i fanesi propendono per Chiaruccia o Fosso Sejore.

Sigma Consulting ha analizzato il clima d’opinione nelle due città in merito alla nuova struttura unica.Gli ultimi sondaggi dell’Osservatorio Politico Comunale di Sigma Consulting (1.200 interviste, 600 in ogni comune) delineano un clima d’opinione decisamente ostile al nuovo ospedale unico Pesaro-Fano. Pesaresi e fanesi si ritrovano strettamente uniti nel disappunto verso un’opera che solleva più di qualche dubbio. Oggi 2 pesaresi su 3 sono contrari alla struttura unica, un progetto che alla nascita dell’Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord aveva invece riscosso un certo gradimento: a ottobre 2010, infatti, i favorevoli (56%) superavano i contrari (44%) mentre già due anni dopo la situazione si era capovolta. I fanesi, invece, all’ospedale unico si sono sempreopposti. Nelle 3 rilevazioni effettuate dall’Osservatorio Politico Comunale dal 2012 ad oggi, il numero dei contrari, sempre superiore a quello dei favorevoli, è andato crescendo tant’è che in questo momento quasi 3 fanesi su 4 avversano la nuova struttura unica.

I motivi di tale avversione sembrano differire per pesaresi e fanesi. I primi nutrono soprattutto dei dubbi sulla sostenibilità finanziaria dell’opera e temendo la ricaduta del costo sulla collettività (35%) sviluppano un atteggiamento ostile. Si attendono poi un possibile peggioramento della qualità dei servizi sanitari (34%). I secondi, invece, non gradiscono la subalternità con Pesaro che deriverebbe soprattutto dalla localizzazione della struttura fuori dal territorio comunale. I fanesi quindi sono contrari soprattutto perchè pensano che Pesaro e Fano dovrebbero avere ciascuna un proprio ospedale (46%). Anche a Fano il 34% dei contrari si aspetta uno scadimento della qualità dei servizi. Le motivazioni dei favorevoli, invece, sono perlopiù riconducibili al miglioramento della qualità ed efficienza dei servizi sanitari che una struttura nuova e moderna garantirebbe.

Sigma Consulting ha poi chiesto ai cittadini, indipendentemente dal loro orientamento favorevole o contrario, di indicare quale fosse la localizzazione più logica per la nuova struttura unica: le visioni di pesaresi e fanesi non potrebbero essere più diverse. Tra i pesaresi il 66% pensa che Muraglia sia la soluzione migliore mentre il 25% preferirebbe Fosso Sejore. I fanesi invece propendono per localizzazioni logisticamente migliori per loro quali, in primo luogo, Chiaruccia (43%) e Fosso Sejore (29%). Muraglia è gradita solo al 9% dei fanesi mentre il 10% vorrebbe il nuovo ospedale nella piana di Santa Maria dell’Arzilla.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2015 alle 05:30 sul giornale del 15 novembre 2015 - 1306 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, pesaro, ospedale unico, sigma consulting

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqrH


Giorgio Pana

14 novembre, 22:45
Dice: - la bici è diventata davvero troppo vecchia e con troppa ruggine...
- Embè? La fei giustè, no?
- En c'ho i sold.
- Allora la compri nova!
Ecco, questa è la dolorosa storia dell'ospedale Unico. Cosa vuol dire? Semplice: Se trovate qualche soldo spendeteli per far funzionare meglio gli ospedali che ci sono, Santa Croce e San Salvatore. Altroché pensare all'ospedale nuovo, unico e, magari, a Fosso Sejore... Che non si farà mai (naturalmente secondo me e ben felice se dovessi avere torto anche stavolta!).




logoEV