Attacco a Parigi, terrore per due pesaresi: "Siamo sotto shock"

Parigi attacco Isis terrorismo 2' di lettura 14/11/2015 - Terrore a Parigi, colpita venerdì sera da una serie di attacchi di matrice islamica che in molti già definiscono l’11 settembre francese. Secondo le ultime stime ci sono almeno 127 morti e 192 feriti. Due pesaresi si trovano a Parigi per lavoro. "Siamo sotto shock, abbiamo capito cosa significa essere impotenti di fronte a un pericolo che può arrivare in ogni momento".

"Un attacco terroristico senza precedenti" - dichiara il presidente francese Hollande. Diverse sparatorie sono scoppiate simultaneamente venerdì sera a Parigi, in varie zone della città, e nello stesso momento almeno tre esplosioni sono avvenute nei pressi dello stadio, dove si stava giocando Francia-Germania. Sono almeno otto i terroristi morti, sei dei quali erano kamikaze che si sono fatti esplodere. Altri sarebbero in fuga. Le vittime sono al momento 127, ma i numeri purtroppo si rincorrono e non possono essere ancora ufficiali.

Di fronte al più grave attentato nella storia del Paese, le autorità hanno proclamato lo stato di emergenza in tutta la Francia e hanno ristabilito i controlli alle frontiere.

A Parigi, in un clima di terrore e pianto, ci sono anche due pesaresi, Giorgia e Laura, nella capitale francese per lavoro.

Giorgia Boccalini, 40enne, residente a Montelabbate, ci racconta: "Siamo qui per un evento organizzato da Airbnb con 5000 partecipanti da 110 paesi di tutto il mondo. Quando sono successi gli attentati eravamo a cena a Pigalle. Non ci siamo accorte di nulla fino alle 11 circa quando uscendo dalla metro vicino all'hotel ci hanno raggiunto le prime chiamate di parenti e amici. Arrivate in hotel, che ha chiuso le porte, abbiamo visto alla tv quello che stava succedendo a poche centinaia di metri da noi. Abbiamo passato la notte in bianco per seguire gli eventi".

"Speriamo di ripartire domani - continua Giorgia - anche se per ora non abbiamo informazioni dalla compagnia aerea, sappiamo solo che hanno chiuso le frontiere".

La Farnesina ha pubblicato un annuncio sul sito Viaggiaresicuri nel quale "invita i connazionali ad attenersi alle indicazioni delle Autorità locali e ad evitare ogni spostamento, in caso di emergenza contattare il Consolato Generale".






Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2015 alle 13:25 sul giornale del 15 novembre 2015 - 11444 letture

In questo articolo si parla di cronaca, parigi, pesaro, terrorismo, roberta baldini, articolo, attacco Isis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqrE





logoEV