Garantito il servizio di trasporto per 13 pazienti emodializzati

ambulanza, 118, croce rossa 1' di lettura 03/11/2015 - L'Assessorato alla Solidarietà del Comune di Pesaro e l'Ambito territoriale sociale 1 informano che verrà garantita la continuità per il servizio “trasporto sociale” dei pazienti emodializzati che si devono recare dal proprio domicilio al centro dialisi di Pesaro.

“In brevissimo tempo – si legge in una nota - grazie alla disponibilità e all’impegno della Croce Rossa Italiana di Pesaro, si è riusciti a dare una risposta a quei pazienti in dialisi che da domenica scorsa, 1 novembre, non avevano più diritto al trasporto con automezzi speciali sanitari. Si tratta di 13 pazienti dei Comuni di Pesaro, Gabicce Mare, Montelabbate e Tavullia.

Lunedì 2 novembre, per questo motivo, è stato convocato dall'assessore alla Solidarietà del Comune Sara Mengucci e dal coordinatore dell'Ats1 Roberto Drago, un tavolo congiunto, al quale erano presenti: il direttore dell’Area Vasta Carmine Di Bernardo, il direttore di Nefrologia e Dialisi dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord Marina Di Luca, il referente provinciale dell’Aned (Associazione nazionale emodializzati) Alberto Leonardi e i rappresentanti della Croce Rossa Italiana di Pesaro Claudio Contini e Benjamin Gunsch.

Durante l'incontro sono state definite le prime modalità del nuovo servizio, già avviato in mattinata, grazie soprattutto alla collaborazione fra la Croce Rossa e il reparto di dialisi di Pesaro. Ancora una volta la capacità di coinvolgere attivamente – conclude la nota - tutti i soggetti (ognuno per il proprio ruolo), ha permesso di rispondere ad una nuova emergenza”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-11-2015 alle 07:59 sul giornale del 04 novembre 2015 - 1208 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, croce rossa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apZU