Volley: nella notte di Halloween le giovani ragazze del Team 80 fanno vedere le streghe a Bastia

Volley: Team 80 5' di lettura 01/11/2015 - Sulla carta non ci doveva essere neppure partita, ma ieri sera al dispetto della batosta rimediata sabato 24 ottobre, sempre fra le mura amiche del palazzetto di Gradara, è andata in scena una partita triller, che alla fine ha visto la vittoria di Davide su Golia al tie break. Ma proseguiamo con ordine.

Il primo parziale, dopo un 11 a 11 iniziale, vede le ospiti, che sono fra le formazioni accreditate a salire di categoria o, comunque, a giocarsi i play off, mettere la freccia, ma sul 18-21, Sopranzetti e compagne che, fino ad ora, hanno brillato a strappi senza continuità, hanno una fiammata di orgoglio e si aggrappano alla schiacciatrice Lachi, e al centrale Ricci fra le più giovani di questa B2, per accorciare e si arriva fino al 22-23, anche se a chiudere il set sono le umbre.

Il secondo parziale parte sulla fotocopia del finale del primo, con le ospiti, che spingono la battuta e sono subito in fuga 1-4, ma qui le ragazze di coach Moretti si svegliano, reagiscono come possono e si mettono in scia alle più accreditate ospiti 6-8, e sul 14-13 fanno scoppiare di gioia la bomboniera di Gradara con il loro primo vantaggio, simbolico il muro stampato in faccia alle avversarie della Ricci che sancisce il 16-13 e accende sugli spalti il pubblico che, come un tempo, ritrova la gioia e la voglia di tifare. Ora l’inerzia del set è a favore di Gabicce che, infatti, riesce senza troppi problemi e con la coralità di squadra ad amministrare il vantaggio e a pareggiare il conto dei set.

Nel terzo parziale tutti aspettano, tifosi locali a parte che si gasano ad ogni buona azione delle proprie beniamine, il ritorno cattivo di Bastia, ma il set scivola via punto a punto con le due formazioni sempre li a braccetto, 7-8, 15-16, il vero e proprio stacco arriva sul 17-20, con qualche errore di giovinezza, mentre il trio Tosti, Cruciani, e Uccellani, mette sul terreno di gioco tutta la sua esperienza, prendendo le misure a Lachi, ma non a Sopranzetti che, fino alla fine, cerca di tenere le sue in gara.

Quando oramai Bastia sente di poter portare a casa la posta intera, a discapito di una giovane formazione che comunque sa stare bene in campo, e ha tanta voglia di riscattarsi dopo la brutta sconfitta con Sacrata, ecco il quarto set che non ti aspetti, il Team 80 non fa sconti, con tutti i suoi effettivi e avamposti, l’inizio è bruciante, una fiammata che fa scrivere sul tabellone 8-2, ed è proprio Bastia la squadra più “esperta” a perdere la bussola, le umbre si scaldano, discutono ogni decisione arbitrale, contestano persino l’inglese tecnico Moretti che, in questo clima da far west, è il primo baluardo di difesa delle sue giovani atlete, che sono brave a non farsi condizionare, nonostante l’età, da questo clima di bagarre, e continuano a giocare la loro pallavolo superlativa che non permette più a Bastia di rientrare in gara; si passa così dal 16-12 a un 25-20 che porta la gara al tie break ma che, soprattutto, porta il primo punto casalingo al Team 80 Gabicce.

Il tie break, ribadirà che i punti conquistati al termine della partita saranno ben due, perché, in un palazzetto caldissimo le adriatiche, non fanno sconti a nessuno, mentre Bastia cade nella stessa trappola adottata nel quarto set e sono le stesse umbre a pagare la tensione che avevano cercato di riversare in campo, non sono serene, perdono la bussola, e così il piccolo Davide batte il grande Golia per la gioia indescrivibile di tutte le componenti della rosa, degli allenatori dello staff dirigenziale e, ovviamente, del pubblico che suona le trombette e l’inconfondibile corno, ormai famoso in questi anni in quel di Gabicce.

A fine partita coah Maurizio Moretti è a dir poco radioso ed elettrico, tende subito a sottolineare l’importanza di questa vittoria per il morale e per riscattare l’ultima gara in cui nulla aveva funzionato come doveva, tiene a sottolineare che, nonostante l’età giovanissima della sua squadra, queste ragazze possono giocarsela a viso aperto con tutte le squadre del campionato, e che è stata una vittoria del gruppo con eccellenze quali: Sopranzetti, Lachi, Ricci e Concetti, ben assistite nel palleggio da Elena Franchi, che ha saputo sempre cercare da vera veterana di distribuire i palloni giusti con i ritmi giusti, in modo che quando una ragazza, era più in difficoltà c’era subito una delle altre compagne a togliere le castagne dal fuoco. Si sofferma poi su un parola chiave per questa vittoria, ovvero ragionamento. Il coach, infatti, individua in questa particolare attenzione a non farsi mai coinvolgere in negativo dalla bagarre del mach, ma di continuare a ragionare, ecco l’arma vincente del suo Team 80 che questa sera ha sconfitto anche il favore dei pronostici.

PARZIALI: 22-25, 25-19, 21-25, 25-20, 15-9

TEAM 80 GABICCE GRADARA: Calisti L, Ricci 15, Sopranzetti 22, Cantore n.e., Concetti 16, Pelinku n.e., Stecconi 7, Simoncini, Franchi Alice 1, Franchi Elena 2, Lachi 20, Cardoni, Tosi bRandi . All. Moretti.

BASTIA UMBRA: Rocchi L, Cruciani 13, Mascaracci 2, Alessandretti 4, Patrignani n.e., Belli 5, Tosti 14, Gallina 3, Nana n.e., Ceccarelli 1, Uccellani 9, Meniconi 8, Mancinelli L. All. Sperandio.

Arbitro: Polenta e Ubaldi








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2015 alle 01:20 sul giornale del 02 novembre 2015 - 1438 letture

In questo articolo si parla di sport, gabicce mare, volley, danilo billi, team 80, Team 80 volley Gabicce Gradara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apUO





logoEV