Luigi Portavia, secondo allenatore della myCicero Volley Pesaro, ci presenta la gara di Chieri

Luigi Portavia, secondo allenatore della myCicero Volley Pesaro 3' di lettura 31/10/2015 - Alla vigilia della terza di campionato, dove la myCicero affronterà Chieri in trasferta, fa il punto della situazione in casa pesarese il secondo allenatore di Matteo Bertini, il marottese Luigi Portavia.

Come stanno le infortunate Mastrodicasa (polpaccio) e Liliom (lombo sciatalgia)?

“Le ragazze piano piano stanno recuperando, speriamo di averle domenica, avremo tutto la giornata di sabato e domenica mattina ancora per valutare le loro condizioni fisiche, le altre ragazze invece sono tutte in salute”.

-Che tipo di squadra è Chieri?

“Noi quest’anno abbiamo preso l’abitudine di fare ben tre sedute video, dunque posso affermare che Chieri è una squadra che gioca con due punti di forza, lo schiacciatore in S1, ovvero molto vicino al palleggiatore, e l’altra grossa individualità è il loro opposto. Noi, dal canto nostro, abbiamo cercato anche di studiare non solo i punti forti ma anche i punti deboli, non sarà comunque un partita facile, perché loro sono una formazione particolarmente coriacea fra mura amiche, dunque dovremo dare il 101 %”.

-La myCicero vista fino ad ora, è stata quella dopo la vittoria di Trento e dopo la bastonata di Soverato in casa. Qual è il vero volto della squadra?

“Considerando che per colpa di questi infortuni le due nuove titolari non sono mai stati al massimo, e abbiamo giocato fondamentalmente con l’impianto della formazione dello scorso anno di B1, per vedere l’identità di questa nuova formazione bisogna aspettare il totale recupero di queste due preziose atlete, lì vedremo e sapremo di più su cosa potremmo dare quest’anno in campionato, considerando il fatto che noi partiamo con un obiettivo preciso che è quello della salvezza”.

-Come più volte visto lo scorso anno e ribadito in diverse dichiarazioni da Matteo Bertini quest’anno, sarà importante quando possibile riproporre anche il gioco veloce che lo scorso anno fu la punta di diamante per la conquista dalla serie A2…

“Penso che Matteo abbia fotografato giustamente la situazione, infatti, avendo visto in video quasi tutte le formazioni che affronteremo in questa serie A2, pensiamo che tutte soffrano il gioco rapido che sappiamo fare noi. Se saremo, dunque, in grado di riproporlo con continuità, penso che ci potrà dare grossissime soddisfazioni. Ovviamente il coefficiente di difficoltà è salito ma se saremo bravi come in allenamento a lavorare sempre con intensità e sodo dalle più giovani alle più “anziane” che comunque ci tengono a fare bene, e lasceremo a casa delle mancanze che purtroppo abbiamo avuto in gara come domenica scorsa, penso che davvero si possa suonare alla lunga un'altra sinfonia, rispetto a Soverato che, comunque, ricordiamo è una delle squadre più attrezzate per vincere il campionato. Poi, come sempre, spetta a noi, indipendentemente dalla vittorie o dalle sconfitte, continuare a lavorare sodo come le ragazze stanno facendo, perché la A2 non è la B1 e alle fine dei conti penso che anche noi possiamo toglierci qualche soddisfazione”.






Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2015 alle 01:21 sul giornale del 01 novembre 2015 - 1478 letture

In questo articolo si parla di sport, volley pesaro, danilo billi, luigi portavia, articolo, mycicero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apTO