Fiere di Pesaro, Fisascat Cisl Marche: necessario rilancio e tutela dei lavoratori

quartiere fieristico campanara 1' di lettura 28/10/2015 - La Fisascat Cisl Marche interviene in difesa del personale delle Fiere di Pesaro e invita gli enti locali, i vertici e tutti i soci della Fondazione Patrimonio Fiere a discutere, con decisione e chiarezza, serie strategie di rilancio del sistema fieristico regionale.

Il personale ha già dato molto e ha dimostrato, considerato il contesto economico del momento, senso di responsabilità verso la Fondazione: l'anno 2014 è stato caratterizzato da una forte riduzione dei costi di gestione, in particolare del costo personale che, con accordo sindacale tra le parti siglato in data 18 dicembre 2013 presso la Direzione territoriale del lavoro di Pesaro, è stato diminuito nella misura del 30% e con riduzione degli orari di lavoro.

Una quota di quattro dipendenti rappresenta il minimo necessario per la regolare ed efficiente conduzione del quartiere fieristico di Pesaro (40.000 metri quadrati coperti, non un semplice ufficio) e delle attività che si svolgono al suo interno: nel 2015 la struttura ha ospitato circa 20 manifestazioni, tra fiere e convegni, con una presenza di pubblico di circa 130.000 visitatori. Sono dati che hanno una importante e positiva ricaduta economica sul territorio, e che si manterranno costanti anche nel 2016: per queste ragioni riteniamo che sia necessario lavorare per una prospettiva di concreto sviluppo, in un quadro di responsabilità condivise tra tutti i soggetti economici, sociali ed istituzionali del territorio.


   

da Domenico Montillo
Segretario regionale Fisascat Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2015 alle 10:19 sul giornale del 29 ottobre 2015 - 998 letture

In questo articolo si parla di attualità, fiere delle marche, quartiere fieristico campanara, fisascat marche, Domenico Montillo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/apMb





logoEV
logoEV
logoEV


.