SopravViverePesaro: due notizie, due tragedie, alla stessa ora nella stessa città

Donna investita e uccisa in viale Gorizia Pesaro 2' di lettura 05/07/2015 - Due notizie, due tragedie, alla stessa ora nella stessa città. Non parliamo di Roma ma di Pesaro, una piccola cittadina di circa 90.000 abitanti.

Tragedia sui binari, muore investito da un treno ragazzo di 25 anni, alle 5.30 di questa mattina, nella tratta fra Cattolica e Pesaro, ma praticamente appena fuori dalla stazione pesarese. Ritardi fino a 60 minuti nella circolazione ferroviaria, coinvolti 16 treni e giù l'elenco dei treni. Potrebbe essere un suicidio, un incidente, il cronista riporta l'elenco dei treni ed il ritardo accumulato. Un ragazzo, potrebbe essere il figlio di ciascuno di noi, non c'è più...la famiglia, gli amici, il dramma cancellati dall'asetticità del comunicato.

Investita e massacrata da un auto pirata donna di 59 anni la quale impudentemente aveva l'ardire di recarsi, alle 5.30 del mattino, al lavoro. L'auto sembra fosse una BMW e proveniva da viale Napoli, la donna, in viale Gorizia procedeva, in bici, in direzione opposta. Agganciata dall'auto, che aveva già toccato un paio di alberi nel lato opposto alla sua direzione di marcia, veniva trascinata fino all'ingresso della Scuola Materna di viale Gorizia e qui abbandonata senza vita. Patrizia Del Bene. Alcuni fiori sul luogo dell'incidente. A terra il sangue, subito e pietosamente ripulito, lo specchietto della bici, i segni dei rilievi della Polizia, il contenuto della borsa della signora. Sembra che il signore alla guida fosse palesemente ubriaco, anche se è un azzardo affermarlo.

Due vite perse, nella stessa città alla stessa ora nel mentre la nottata impazzava rendendo impervio il passaggio dalla veglia al sonno di quanti agognavano il meritato riposo. Gli abitanti di Viale Napoli e viale Gorizia, visibilmente scossi per la tragedia ma anche inferociti per la non sostenibilità della situazione, per lo sfrecciare di bolidi in piena notte a velocità non ipotizzabili, per il rendere gli angoli della zona orinatoi a cielo aperto, per il rendere le vie circostanti teatro di scontri gioiosi con bottiglie varie.

L'imbecillità dei pochi rende precaria l'esistenza dei tanti !!!






Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2015 alle 11:49 sul giornale del 06 luglio 2015 - 22053 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, auto pirata, vivere pesaro, notizie pesaro, donna investita, Francesco Taronna, articolo, viale Gorizia Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alxa

Leggi gli altri articoli della rubrica SopravViverePesaro