SopravViverePesaro: sempre sulla pelle di chi sta peggio

Pronto soccorso ospedale san salvatore pesaro 1' di lettura 11/04/2015 - A volte si vorrebbe evitare di intervenire per sottolineare ciò che non ci piace e parlare di cose amene e piacevoli. Ma il campionario che ci sottopongono è da far venire i crampi allo stomaco.

Al Pronto Soccorso chiudono l'astanteria perchè non riescono a gestirla causa carenza di personale. C'è un viavai di persone di etnie varie che vi si reca per espletare le funzioni corporali, per lavarsi, per lavare indumenti e alimenti, per dormirci. Il tutto viene lasciato in condizioni tali da non poter essere utilizzato dai comuni mortali fruitori della struttura sanitaria.

Il reparto dialisi viene trasferito a Fano, dicono provvisoriamente causa lavori di ristrutturazione. Speriamo che sia così...ma molto spesso si coglie l'occasione per far diventare definitivo il provvisorio. Una sessantina sono gli utilizzatori pesaresi della struttura e la occupano per circa 12 ore a settimana. Non possiamo sapere cosa significhi sottoporsi a tali interventi ma ne capiamo qualcosa quando incrociamo gli sguardi imploranti dei malati e dei loro parenti....sembrano chiederci il perchè dell'accanimento del pubblico contro chi già soffre per i propri accidenti. Il trasferimento a Fano implica un allungamento dei tempi da dedicare alla terapia....almeno un'ora da dedicare al trasporto ed il tempo che aggiungerà il sovraffollamento della struttura fanese.

Siamo sicuri che non si possa trovare una soluzione pesarese al Problema? Forse se le risorse venissero utilizzate per alleviare il disagio dei cittadini e non per comperare beni di conforto per i politici di turno alcuni problemi troverebbero risposte adeguate.






Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2015 alle 14:17 sul giornale del 12 aprile 2015 - 5375 letture

In questo articolo si parla di attualità, pronto soccorso, redazione, pesaro, vivere pesaro, ospedale san salvatore, notizie pesaro, ospedale pesaro, Francesco Taronna, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ahU3

Leggi gli altri articoli della rubrica SopravViverePesaro





logoEV
logoEV
logoEV