Giudice assassinato a Milano: sotto choc i parenti a Pesaro

giudice Fernando Ciampi ucciso a Milano 1' di lettura 09/04/2015 - Il giudice Fernando Ciampi è stato ucciso con due colpi di pistola nella sua stanza al secondo piano del Palazzo di Giustizia di Milano. A sparare è stato Claudio Giardiello, imputato per bancarotta. Sotto choc i parenti a Pesaro.

Una mattina di terrore nel cuore di Milano, con tre morti e due feriti, di cui uno grave. Tutto è cominciato intorno alle 11 quando alcuni colpi di pistola sono stati esplosi in un’aula del Palazzo di giustizia, in pieno centro città, vicino al Duomo. Il killer Claudio Giardiello, imputato per bancarotta fraudolenta, ha sparato a un avvocato, a un magistrato e a un coimputato.

Nella strage hanno perso la vita il giudice Fernando Ciampi, ucciso con 2 colpi di pistola, il giovane avvocato Claris Appiani e il coimputato Giorgio Erba.

La terribile notizia è giunta anche ai parenti del giudice che vivono da tempo a Pesaro: la sorella Attilia Ciampi, nota farmacista attualmente in servizio alla farmacia di piazza Redi, e il cognato, Antonio Calma, cancelliere del tribunale di Pesaro, giudice di pace e dirigente del tribunale di Rimini.

Ciampi aveva 71 anni. Lascia la moglie e due figli, uno dei quali vive negli Stati Uniti. Da poco era diventato nonno.






Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2015 alle 18:42 sul giornale del 10 aprile 2015 - 3819 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, milano, giudice, roberta baldini, ucciso, articolo, Fernando Ciampi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ahQJ

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV
logoEV


.