Meteo: tempo in rapido peggioramento con piogge diffuse e neve in Appennino

pioggia, meteo, maltempo 4' di lettura 27/03/2015 - Piogge moderate e neve in arrivo nel pomeriggio in appennino specie sui Sibillini... Prestare attenzione a possibili fenomeni di dissesto idrogeologico a tratti anche diffusi nelle aree collinari già interessate dalle piogge degli ultimi giorni. Buone notizie per sabato e domenica quando torna il sole con clima mite...

In vista di un sabato e domenica di stampo soleggiato e primaverile, nella giornata di oggi l’inverno prova ancora a dire la sua.

In queste ore infatti il campo barico sui mari centro-meridionali italiani è in sensibile calo, per il sopraggiungere di un impulso di aria più fredda ed instabile dalla Germania. Tale fronte freddo che ha già raggiunto l’appennino Tosco-Romagnolo, si sta velocemente spostando verso sud iniziando già da queste prime ore del mattino ad interessare le Marche settentrionali.

L’ingresso di queste correnti più umide e fredde specie in quota sui mari italiani, daranno origine nelle prossime ore ad una temporanea ciclogenesi tra il basso Tirreno e la Puglia, richiamando sulle regioni del medio Adriatico correnti nord-orientali che favoriranno un sensibile peggioramento del tempo.

Come annunciato anche nell’editoriale di ieri sera sulle Marche, il cielo si presenta nuvoloso o coperto fin da queste prime ore del mattino specie sui settori centro-settentrionali della regione, mentre sul maceratese, fermano e ascolano a tratti sono presente parziali schiarite.

Nel corso però delle prossime 2-3 ore però le condizioni andranno ulteriormente peggioramento a partire dal pesarese e anconetano con rovesci via via diffusi e anche di moderata intensità che nel corso della tarda mattinata/primo pomeriggio avranno ormai raggiunto tutta la regione.

Secondo la stima dei modelli WRF ad alta risoluzione si stiamo accumuli mediamente tra i 30 e i 70 mm di pioggia nell’arco di 24 ore. Sicuramente viste le correnti nord-orientali che da metà mattinata tenderanno a rinforzare sensibilmente, favorendo un moderato effetto stau, i fenomeni maggiori si concentreranno inizialmente sul pesarese sia area collinare/costiera sia le zone interne. Nel pomeriggio/sera invece le precipitazioni più intense tenderanno a stazionare maggiormente sui settori appenninici del maceratese, fermano e ascolano con accumuli maggiori sui versanti orientali dei Sibillini. L’area costiera maceratese, fermana e ascolana invece vedrà vento a tratti teso, ma con piogge limitate a qualche veloce acquazzone.

Vorrei porre l’attenzione a possibili diffusi fenomeni di dissesto idrogeologico che potrebbero venire a crearsi nelle ore pomeridiane sui settori collinari specie a componente argillosa, già interessati negli ultimi due giorni da piogge moderate con terreni che si presentano saturi d’acqua. Anche se quindi i 20-40 mm che in potranno cadere sulle aree appenniniche e collinari non saranno accumuli considerevoli potrrebbero creare un nuovo innalzamento del livello idrico dei principali corsi d’acqua con rischio di locali esondazioni nei settori pianeggianti prossimi agli argini più bassi.

Il calo termico in quota associato all’ingresso di una isoterma di +0 gradi agli 850 hPa che in serata andrà a collocarsi attorno ai 1100-1200 metri, favorirà già dal primo pomeriggio un sensibile abbassamento della quota neve, che si porterà dagli attuali 1800-1900 metri ai 1000-1200 metri. La concomitanza dei maggiori fenomeni con l’ingresso dell’aria più fredda avverrà nel pomeriggio sui Sibillini dove stimiamo che oltre i 1400-1500 metri possano cadere anche 30-35 cm di neve fresca. Buone notizie quindi per gli appassionati di neve e di sci che potranno godere ancora di un fine settimana sulle principali località sciistiche marchigiane ancora ben innevate e che probabilmente proseguiranno la stazione fino alle festività pasquali.

Buone notizie per il fine settimana, quando già a partire da sabato le condizioni vedranno un cielo via via sereno o poco nuvoloso su tutta la regione specie nella giornata di domenica, quando anche le temperature tenderanno ad aumentare anche sensibilmente nei valori massimi portandosi vicini alla soglia dei +20 gradi in pianura.

A cura di: Francesco Cangiotti








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2015 alle 09:16 sul giornale del 28 marzo 2015 - 1129 letture

In questo articolo si parla di attualità, maltempo, meteo marche, geometeo, geometeo.it, previsioni meteo marche, piogge marche, meteo, pioggia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ahjc







.