New York: ritrovata statuetta in bronzo di Ercole rubata 51 anni fa dal Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro

statuetta in bronzo di Ercole rubata 51 anni fa dal Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro 1' di lettura 25/02/2015 - Come riporta il New York Times martedì due opere d'arte rubate del valore di oltre 625mila dollari sono state restituite in Italia dai procuratori federali. Un'opera è una statuetta del valore di 60 mila dollari rubata dal Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro, nel mese di gennaio 1964.

La statuetta in bronzo etrusco di Ercole è risalente a circa VI secolo AC. Dopo il furto la statua è stata venduta a un collezionista svizzero nel 1960 e poi rivenduta a vari collezionisti di New York. Le autorità sono venute a conoscenza dell'opera italiana ad un'asta di New York nel 2012.

L'altra opera trovata è un dipinto del diciottesimo secolo, "La Santa Trinità che appare a San Clemente," di Giambattista Tiepolo, rubato da una casa privata a Torino nell'agosto del 1982.

"Siamo qui per fare giustizia nel mondo dell'arte", ha detto il vice procuratore Manhattan Richard Zabel durante una conferenza annunciando che il governo italiano è sempre stato alla ricerca della piccola opera d'arte rubata dal Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro nel 1964.






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2015 alle 08:41 sul giornale del 26 febbraio 2015 - 3149 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, roberta baldini, news pesaro, articolo, statuetta in bronzo, Ercole, Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afS3





logoEV
logoEV