SopravViverePesaro: nuovo Marchio... la fretta fa i gattini ciechi

WePesaro 2' di lettura 15/12/2014 - Sulla vicenda del marchio ne sono state dette di tutti i colori, i seguaci acritici dell'attuale amministrazione si sono dotati di un sistema di difese per negare l'evidenza....bistecche sugli occhi e turaccioli nel naso, alcuni oppositori hanno approfittato della "dabbenaggine" di sindaco ed assessori vari per gridare all'incapacità ed allo scandalo.

In questo contesto come non essere d'accordo con chi ha criticato l'operato della giunta? e chi non può continuare a scandalizzarsi sull'atteggiamento che ancora alcuni esponenti dell'amministrazione comunale stanno tenendo ? Gente seria e rispettosa avrebbe chiuso la faccenda dicendo...: Chiediamo scusa alla città, qualcosa non ha funzionato nel meccanismo di controllo. Porremo rimedio senza che la città stessa abbia a rimetterci nemmeno un centesimo.

Il sindaco Ricci, invece, continua nell'imbarazzante ruolo del ragazzino colto sul fatto con il dito nel barattolo della Nutella e la bocca sporca..."La Nutella non l'ho nemmeno toccata". Ciò dispiace anche perchè coinvolge l'immagine della ditta che ha elaborato il logo. Ditta che gode della mia stima e mi risulta essere seria e professionalmente capace.

Ponetevi, intanto, questo interrogativo: a chi compete il controllo sulla originalità del marchio ? a questo soggetto sarà affidato il compito risarcitorio. Il Comune, comunque, deve sempre controllare la congruità e l'adeguatezza dell'opera agli scopi prefissati nella delibera, in primis che l'opera non sia un clone, anche se involontario, di altro marchio.

A noi è toccata la parte sgradevole di fare ciò che il comune non ha fatto ed in poche mosse abbiamo ritrovato i documenti che hanno fatto gridare allo scandalo. Se Ricci non avesse avuto fretta, la ditta avrebbe potuto agire con più calma e qualcuno, forse avrebbe operato i controlli necessari. Poche cose fatte bene e non molte e scatenare l'ilarità generale!








Questo è un articolo pubblicato il 15-12-2014 alle 15:42 sul giornale del 16 dicembre 2014 - 3504 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, pordenone, Francesco Taronna, articolo, WePesaro, logo pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acYq

Leggi gli altri articoli della rubrica SopravViverePesaro