Dodici chilogrammi di marijuana nascosti in un bosco a Montecchio, 25enne in manette

La droga sequestrata 2' di lettura 09/05/2014 - La Squadra Mobile di Pesaro e del Commissariato di Urbino hanno arrestato un cittadino albanese residente nel Comune di Montelabbate trovato in possesso di 12 chilogrammi di marijuana.

Una serie di controlli, implementati negli ultimi mesi, mirati al contrasto della diffusione delle sostanze stupefacenti, ha consentito di stroncare un canale di rifornimento di marijuana riservato ai giovani. Dopo un attento monitoraggio presso gli istituti scolastici del capoluogo, gli agenti hanno identificato e denunciato 4 studenti per spaccio di sostanza stupefacente. Durante la ricreazione i ragazzi sono stati sorpresi in flagranza di reato mentre cedevano le sostanze, alcune decine di grammi, e trovati in possesso di 1.800 euro in contanti.

Le successive indagini hanno consentito di individuare il luogo, un bosco nei pressi di Montecchio, dove la marijuana veniva nascosta occultata tra la fitta vegetazione. La notte tra il 30 aprile e il primo maggio gli agenti si sono appostati nei pressi di via la Coppa. Alle 22.30 un giovane a bordo di un'Audi A4 grigia si è fermato a metà strada e lasciando il motore dell'auto acceso si è incamminato nella boscaglia e ha cominciato a rovistare ai piedi di un albero.

L'uomo, un 25enne cittadino albanese, residente a Osteria Nuova, già noto alle Forze dell'Ordine, è stato bloccato dagli agenti e arrestato. Dall'ispezione del sito sono stati trovati e sequestrati 5 pacchi di marijuana contenenti circa 2.2 kg l'uno. La successiva perquisizione a casa del ragazzo ha consentito di trovare il sesto pacco di marijuana, oltre ad una bilancia, quattro cellulari e denaro per circa 500 euro, ritenuti essere i proventi della giornata di spaccio.

Il 25enne, che già si trovava sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di firma presso un ufficio di polizia per il suo coinvolgimento in reati contro il patrimonio, è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio e condotto alla Casa Circondariale di Villa Fastiggi.

L'operazione ha consentito di bloccare il principale canale di rifornimento di marijuana destinata ai giovani del pesarese e dell'urbinate. Si stima uno smercio di circa 15 chilogrammi al mese che avrebbero fruttato all'albanese circa 60mila euro.








Questo è un articolo pubblicato il 09-05-2014 alle 12:40 sul giornale del 10 maggio 2014 - 2807 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, urbino, pesaro, arresto, montecchio, marijuana, spaccio, rossano mazzoli, cronaca pesaro, articolo, montelbbate

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/3P3





logoEV
logoEV
logoEV


.