Calcio: la Vis Pesaro si fa raggiungere sul 2-2 nel finale dal Celano

Calcio: Vis Pesaro -  Celano F.C. Marsica 8' di lettura 08/12/2013 - Non incredibile come al Recchioni, partita che domenica scorsa è terminata 4-3 per i fermani dopo il 2-0 iniziale della Vis, ma quasi. Oggi con il Celano, oramai rassegnato alla sconfitta e che non ha fatto cose eclatanti per pareggiare, se non accettare i preziosi regali pesaresi, è arrivato un 2-2.

Se dobbiamo cercare una similitudine, quella viene spontanea nel vedere che i marcatori del vantaggio biancorosso, sono stati in entrambi i casi, Bugaro e Bianchi. I due giocatori che a dire il vero sono stati certamente i migliori in campo ma che evidentemente non si conciliano con vittoria.

All'inizio della partita, non avendo potuto avere la possibilità del minuto di raccoglimento, la Società Vis Pesaro, tramite il suo speaker Umberto Tomassini, interpretando i sentimenti di tecnici, giocatori e tifosi, addolorati per l'improvvisa scomparsa del grande appassionato biancorosso Giandomenico Burani, nel cuore di tutti come Bibi Davani, porge le più sentite condoglianze alla famiglia.

Bibi continua a tifare per noi (da lassù aggiungiamo noi). Bella giornata di sole con temperatura intorno ai 10°, con la Vis che per l'assenza di Alberto Torelli squalificato, ha optato per il portiere under, facendo entrare quindi Osso dal primo minuto.

Veramente incredibile quello che è successo oggi in casa, al Benelli, e gli stessi giocatori sono andati a fine partita comunque sotto la curva e alcuni di loro hanno parlato a lungo con i tifosi. Caso psicologico? Calo fisico? Cambi se e quando effettuati non portano giovamento, anzi peggiorano l’assetto della squadra? Spogliatoio un po’ depresso per le ventilate partenze di qualcuno (Melis ha già lasciato la squadra)? Forse un po’ di tutto questo. Sta di fatto che anche oggi la Vis aveva fatto un primo tempo da incorniciare con due goals fatti, un rigore sbagliato (Chicco è uno dei più maturi della squadra e non è certo uno a cui dovrebbero tremare le gambe …) un palo con Costantino. Poi fra uno sbadiglio ed un sonnellino generale, nel secondo tempo sul taccuino fino al 72’ (27’ della ripresa !!!!) c’eravamo solo annotati cartellini gialli e sostituzioni. In 18’ minuti, la cronaca si è animata ed in soli 8’ gli ospiti hanno pareggiato. Capitan Omiccioli mai decisivo e poi infortunatosi; Ridolfi molto bravo a procurarsi le occasioni ma altrettanto incredibilmente sciupone a sprecarle con delle leziosità che non servono in questa categoria; Chicco rigore sbagliato a parte, non pervenuto; Costantino bravino a metà .. la difesa brava fino a quando non subisce goals. Il mister dice di stare tranquilli ed arrivare al giro di boa senza sparare a zero sulla squadra, ma veramente siamo all’ultimo gancio di salvezza a cui ci si può attaccare. Non sparate sulla croce rossa insomma, ma non è il rimedio giusto secondo noi …..

Vediamo poi se nelle prossime ore e giorni succederà qualche rivoluzione, al momento non preventivabile anche se qualche spiffero le preannunciava.

VIS PESARO: Osso, Dominici E.(82’ Tonucci), Dominici G., Omiccioli 37’ Di Carlo), Martini, Cusaro, Costantino (85’ Costantini), Bianchi, Chicco, Ridolfi, Bugaro. A disp. Foiera, Pangrazi, Bartolucci, Tartaglia, Pieri, Cremona. All.

CELANO F.C. MARSICA: Bartoletti, Colantoni (73’ Salvi), Simeoni (53’ Mercogliano), Evangelisti, rea, Fuschi, lancia, Granaiola, Acquaro, Dema (75’ Valdes), Bordi. A disp. Polidoro, Villa, Castellani, Salatiello, Manicini, All. Morgante

Arbitro: Ilario Guida di Salerno.
Assistenti: Alessio Scacchi di Arezzo e Giuseppe Sartore di Torre Annunziata

Ammoniti: Ridolfi, Martini e Bianchi nella Vis Pesaro; Granaiola, Rea e Lancia nel Celano.
Spettatori: 500 circa (143 paganti)
Recupero: 4’ + 5’.


La cronaca.

22” subito un'occasione per la Vis con Costantino che non arriva su un cross di Bianchi a due passi dalla porta; 2' Bianchi prova direttamente a sfiora il palo con Chicco appostato vicino al palo che non arriva a deviare la palla; 4' altro pericolo dalla corsia di destra con Bianchi che mette al centro ribatte la difesa e Ridolfi, che raccoglie dal limite, spara alto; 12' trattenuto in area Costantino ma l'arbitro fa cenno di proseguire anche se era sembrata vistosa; 13' bella discesa sulla destra di Eugenio ma la difesa libera; 15' fallo a centrocampo di Granaiola su Ridolfi ma l'arbitro concede sola la punizione senza ammonire il n. 8 avversario; 17' sempre Ridolfi parte dalla sua metà campo e si fa tutto il campo trattenuto vistosamente da Granaiola che questa volta viene ammonito. Batte la punizione a sorpresa Bianchi bassa per Costantino che cerca di girarsi, la palla finisce sui piedi di Cusaro che viene atterrato in area da Simeoni. Rigore che si incarica di battere Chicco. Tiro sulla sinistra di Bartoletti ma lento e prevedibile, parato in presa, incredibile; è il terzo rigore sbagliato dalla Vis dopo quello di Costantino e i due di Chicco. 22' imbucata di Granaiola per Dema ma Osso salva sui piedi in uscita. Molto belle e preciso l'intervento dell'odierno n. 1 vissino; 25' Martini per Costantino che se pur contrastato devia su Ridolfi spianandogli un'autostrada. Partiva Ridolfi verso la porta, solite finte e tiro di sinistro decentrandosi sulla zona sinistra dell'area di rigore, però debole, facile preda del portiere; 29' punizione per il Celano dalla destra con Evangelisti che viene preceduto dal portiere della Vis che sull'azione successiva in uscita, si infortuna. Resta a terra diversi minuti Osso e la panchina prepara addirittura una doppia sostituzione Bartolucci e Foiera per Osso e probabilmente Eugenio … ma dopo le cure mediche, resta al suo posto; 36' Fabio Bianchi vola sulla destra e passa a Ridolfi solo davanti a Bartoletti. Rido cerca di superarlo con una scavetto ma debole viene recuperato sulla linea di porta da Fuschi, che si infortuna sbattendo contro il palo; 36' esce Omiccioli infortunato ed entra Di Carlo con fascia di capitano che passa a Cusaro; 37' passa finalmente la Vis. Rimessa laterale di Eugenio Dominici tira Costantino, ribattuta e poi Bugaro sfonda la rete con un tiro sotto il sette alla destra del portiere; 42' da una rimessa laterale, nasce il secondo goal della Vis con Costantino che va al tiro ribattuto e sulla respinta della difesa Fabio Bianchi riesce a tenere la palla a filo d'erba per un bellissimo siluro sda circa 35 metri imparabile per Bartoletti; 46' gran bella discesa di Costantino sulla destra e appena entrato in area, lascia partire un gran tiro che colpisce il palo; 47' sulla destra parte Bordi che mette al centro per Dema, contrato in angolo. Niente da segnalare per 27’ della ripresa se non 47' primo cartellino giallo per la Vis contro Giacomo Ridolfi; 57' ammonito Martini in ritardo su una palla a centrocampo (diffidato dovrà saltare la prossima partita); 61' ammonito Bianchi per fallo tattico a centrocampo su Granaiola; 66' ammonito Lancia per fallo da dietro su Ridolfi; al 72' la prima azione degna di nota e l’unica che si possa così chiamare per Di Carlo che sulla destra passa il suo uomo con un preziosismo e mette al centro ma la difesa ribatte; 80' la Vis potrebbe chiudere il match con una gran discesa di Ridolfi che fa tutto il campo e poi , a tu per tu con il portiere ci prova due volte ma prima con un altro scavetto e poi debolmente e il risultato rimane invariato; 81' classico “goal sbagliato, goal subito” sul contropiede nato dall'azione sfumata in precedenza, arriva a sorpresa il pareggio di Valdes tutto solo sulla sinistra (Eugenio Dominici cade a terra con i crampi nell’azione di inseguirlo) si permette di segnare addirittura con un pallonetto che non lascia scampo a Osso. Entra Tonucci per Eugenio e viene posizionato al centro, con Bianchi spostato dietro in difesa sulla destra; 85' prende la palla Acquaro che per poco in diagonale non pareggia; 87' entra Costantini per Costantino; 88' clamoroso al Benelli arriva il pareggio, sul un calcio piazzato da centrocampo, Mercogliano prima e Aquaro poi spizzavano la palla che terminava sulla testa di Fuschi che batteva Osso in uscita con altri due compagni che avevano la possibilità di intervenire. 93' punizione dalla trequarti di Bugaro per Cusaro che di testa mette di poco alto sopra la traversa, era l’ultima azione. 95' viene allontanato il mister della Vis Pesaro perché a detta dell’arbitro sarebbe venuto in contatto con un giocatore avversario davanti alla panchina in occasione di una rimesssa.








Questo è un articolo pubblicato il 08-12-2013 alle 18:36 sul giornale del 09 dicembre 2013 - 1581 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pesaro, vivere pesaro, vis pesaro, Pareggio, calcio pesaro, calcio serie d, stadio benelli, calcio marche, news pesaro, luca pandolfi, celano, celano f.c. marsica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VHp





logoEV
logoEV