La contrattazione aziendale come incentivo allo sviluppo locale

cgil 1' di lettura 04/12/2013 - Lo spazio di azione che permette a lavoratori e imprese di crescere si basa su uno dei capisaldi delle relazioni industriali. Un fondamento solo apparentemente per addetti ai lavori ovvero la contrattazione integrativa, quella che si svolge direttamente nel luoghi si lavoro o a livello territoriali, detta anche contrattazione di secondo livello.

La contrattazione aziendale può contribuire al sostegno dello sviluppo locale. Di questo sono convinte Cgil Cisl e Uil che sul tema hanno organizzato un seminario in programma venerdì 6 dicembre a Pesaro, nella sala del Consiglio provinciale.

Interverranno studiosi e sindacalisti di grande prestigio:

Luigi Sbarra – Segretario Confederale Nazionale CISL
Lorenzo Bordogna – Professore di Sociologia dei processi economici e del lavoro Università di Milano
Walter Cerfeda – Presidente Istituto di Ricerche Economiche e Sociali CGIL Marche

Ore 11.00: Tavola Rotonda
Le relazioni industriali e la contrattazione come fattore di sviluppo locale
Ne discutono:
I segretari provinciali di CGIL CISL UIL
I rappresentanti delle Associazioni di Categoria provinciali Confindustria, Rete Impresa Italia e Confapi
Regione Marche e Comune di Pesaro

Coordina: Piera Campanella – Docente di Diritto del Lavoro Università di Urbino
Conclude: Paolo Pascucci – Direttore Dipartimento di Giurisprudenza Università di Urbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2013 alle 16:29 sul giornale del 05 dicembre 2013 - 879 letture

In questo articolo si parla di cgil, economia, cgil pesaro, cgil pesaro e urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Vul





logoEV