Il calcio come metafora della vita. Tutto questo in Vis Pesaro- Giulianova. Interviste e foto del match

Pietro D'Anzi 28/10/2013 - Tutto il bello ed il brutto del calcio in 95’ minuti, quelli giocati da Vis Pesaro e Giulianova ieri allo Stadio Benelli, come metafora della vita. Una squadra, la Vis, che arrivava dalla sconfitta di Ancona e doveva vincere per ripartire e una, il Giulianova, che seppur con diverse assenze, si presentava a Pesaro forte della larga vittoria casalinga contro l’Agnonese.

Naturalmente, come nei migliori gialli, dopo una prima parte combattuta soprattutto a centrocampo, passava il Giulianova grazie ad un fortunoso rimpallo su rinvio di Melis che sbucciava la palla e la serviva a Bianchini che la depositava in rete. Una squadra senza gli attributi, dopo la settimana passata, poteva accusare il colpo ed invece i ragazzi di Magi, si buttavano a testa bassa all’inseguimento del pareggio e a parte uno o due brividi, riprendevano in mano la partita. Era una perla di velocità, potenza e tecnica di Giacomo Ridolfi a pareggiare il match. Nel secondo tempo, entrava subito Costantino per un’acciaccato Cremona e la partita cambiava decisamente volto con la Vis che attaccava gli ospiti su tutti i fronti, grazie soprattutto e scusate se ci ripetiamo, di Giacomo Ridolfi che saltava i diretti avversari come birilli e serviva assist deliziosi per i compagni.

Non era la giornata realizzativa però di Rocco Costantino che prima ciccava malamente di destro solo sul secondo palo in un’azione da calcio a 5 (assist di Ridolfi), poi tirava debolmente sul portiere, si vedeva ribattuta la conclusione a tu per tu con Meletti, non riceveva una palla da Dominici per l’estremo intervento di Catalano ed infine, si vede parato il calcio di rigore che lui stesso si era procurato. Ce n’erano abbastanza per sprofondare in una crisi profonda ma ancora mancava un quarto d’ora e il giallo doveva ancora continuare. Infatti al 79’ Foiera volava “da Superman” sotto l’incrocio dei pali alla sua destra a ribattere una punizione di Berretti che la maggior parte aveva visto dentro e al 86’ subivamo l’espulsione di Melis per doppia ammonizione.

Partita finita e tutti a casa ?? Tutt’altro, Costantino continuava la sua battaglia contro porta e portiere avversario facendosi parare ancora un tiro solo a pochi passi dalla porta, poi viene tenuto per la maglia in area con l’arbitro che sorvola. Arriviamo al 93’ quando una rapida rimessa laterale di Dominici fa giungere palla a Ridolfi che esala l’ultimo respiro mettendo in area una palla sulla quale vola Cusaro per il morbido tocco di testa della vittoria finale. Martedì, alla ripresa degli allenamenti, di sicuro saranno più i sorrisi che la facce mogie, in vista della difficile sfida di Recanati.

Ecco le video interviste del dopo gara:

Pietro D’Anzi
Giacomo Ridolfi 1
Giacomo Ridolfi 2
Fabio Cusaro
Donato Ronci








Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2013 alle 11:45 sul giornale del 29 ottobre 2013 - 1545 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, vivere pesaro, vis pesaro, sport pesaro, calcio serie d, luca pandolfi, pietro d'anzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/THG





logoEV