Nairobi tra baraccopoli, ricchezza e attentati: incontro pubblico il 29 ottobre con padre Stefano Giudici

padre Stefano Giudici 1' di lettura 26/10/2013 - Alle ore 21.15, nella sala del consiglio provinciale “W.Pierangeli”, il missionario comboniano parlerà della vita nello slum e degli sgomberi forzati che stanno privando le persone di acqua, cibo e assistenza.

Martedì 29 ottobre, alle ore 21.15, nella sala del consiglio provinciale “W.Pierangeli” di Pesaro (viale Gramsci 4), padre Stefano Giudici, missionario comboniano, parlerà della grave situazione a Nairobi (Kenya) dopo gli attentati al centro commerciale Westgate. L’incontro, dal titolo “Nairobi tra slum, ricchezza e attentati”, è promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dalla Missione dei Comboniani di Pesaro, da Amnesty International e dal “Centro Italiano di Solidarietà”.

Padre Stefano Giudici, che da anni vive in una delle più grandi baraccopoli di Nairobi (Korogocho, ai piedi della discarica), aiutando ragazzi di strada, malati di Aids e lebbra, parlerà della vita nello slum, ai limiti della sopravvivenza, e degli sgomberi forzati che il governo sta attuando nelle baraccopoli, trasformando le persone in senzatetto e privandole così dell'accesso all'acqua, ai servizi igienico-sanitari, ai beni di sostentamento, all'educazione e cure mediche, come denunciato da Amnesty International.

Il missionario comboniano parlerà anche delle cause alla base dei recenti attentati in Kenya, paese che ospita migliaia di cittadini somali in fuga dal loro paese (in guerra da vent’anni) e che proprio nelle baraccopoli trovano rifugio.

Tutti sono invitati a partecipare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2013 alle 08:03 sul giornale del 28 ottobre 2013 - 2353 letture

In questo articolo si parla di attualità, nairobi, padre, baraccopoli, padre stefano giudici, stefano giudici, missionario comboniano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TD6





logoEV