Pane, basket e....peperoncino: insidioso esordio per la Vuelle contro Caserta all'Adriatic Arena

Adriatic Arena Pesaro basket 18/10/2013 - Esordio casalingo della Vuelle in campionato contro la Pasta Reggia Caserta. E l’imperativo categorico per i biancorossi sarà uno solo: vietato sedersi sugli allori!

Perché il pericolo maggiore per i nostrani, dopo la brillante vittoria in quel di Avellino, sarebbe quello di sentirsi fin troppo sicuri di sé e delle proprie possibilità di vittoria.

In realtà, l’affermazione contro la Sidigas non ha fatto che ribadire un concetto fondamentale: questa Vuelle potrà firmare risultati positivi anche al di sopra delle proprie potenzialità tecniche di squadra solo a condizione che tutto il roster sia sempre disposto a dare il massimo, come impegno, concentrazione e continuità di rendimento, per tutti i quaranta minuti contro qualunque avversario.

Concetto da ritenersi decisivo, in termini di confezione del risultato finale, specie contro un squadra tosta e combattiva come quella casertana, che fa della difesa e dell’aggressività a tutto campo i connotati più salienti del proprio gioco. Non a caso, la band di coach Molin ha letteralmente asfaltato la talentuosa Umana Venezia nella prima partita di campionato, firmando una vittoria con venti punti di scarto grazie soprattutto ad un’ottima organizzazione difensiva. Un contributo importante al successo di Caserta è arrivato anche dal talento offensivo della coppia Roberts-Moore, un’asse USA guardia-centro sicuramente d’alto livello, ben assestata sullo zoccolo duro degli italiani Mordente-Michelori-Vitali, ma la vera forza della formazione campana resta sempre la sua grande coesione di squadra, che la Vuelle dovrà cercare di sgretolare con un’aggressività continua in ogni zona del campo.

Sandro Dell’Agnello, un “ex” di lusso in questo confronto, visto che in maglia casertana ha disputato le migliori stagioni della sua carriera, vincendo addirittura uno scudetto nel 1991 contro la Philips Milano, non ha dubbi in proposito: “Per battere Caserta dovremo sempre ricordarci chi siamo ed essere consapevoli che dobbiamo soffrire per vincere contro ogni avversario. Sarebbe davvero grave sbagliare partita all’esordio davanti al nostro pubblico”.

I punti interrogativi più inquietanti in casa Vuelle restano le condizioni fisiche di Andrea Pecile, al rientro in squadra dopo due settimane di stop per infortunio muscolare, ed il rendimento sul campo che ci si potrà aspettare da Ashley Hamilton, che ad Avellino ha mostrato di essere il vero oggetto misterioso della campagna acquisti biancorossa, indecifrabile come caratteristiche tecniche a servizio del collettivo e non ancora entrato nei meccanismi del gioco di squadra. Due triple, di cui solo una a bersaglio, e appena un paio di rimbalzi, sono tutto quanto il coloured ha saputo produrre in 15 minuti di presenza sul parquet, tanto da far pensare già ad un suo possibile taglio in tempi brevi.

Il fatto è che la situazione societaria appare tuttora “in stallo”, dopo la definitiva rinuncia di “Go & Fun” ad entrare come sponsor, per cui ogni ulteriore mossa tendente a modificare il roster, in particolare con il rafforzamento del settore lunghi, viste le buone prove finora offerte da Turner e Young nel settore esterni, dovrebbe poter contare su risorse economiche che oggi come oggi sono solo pura immaginazione.

E allora? Allora occorrerà stringere i denti e azzannare ogni partita come se fosse uno spareggio salvezza. A cominciare da quella di domenica prossima contro Caserta.






Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2013 alle 12:11 sul giornale del 19 ottobre 2013 - 8219 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vuelle pesaro, vivere pesaro, Scavolini Basket, caserta, sport pesaro, basket pesaro, vuelle, sidigas avellino, lega basket, news basket, Alberto Pisani, pane basket e peperoncino, adriatic arena pesaro, campionato basket, pasta reggia caserta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tga

Leggi gli altri articoli della rubrica Pane, basket e....peperoncino