VivereVerde: la Rabdosia, pianta dalla fioritura spettacolare

la Rabdosia, pianta dalla fioritura spettacolare 3' di lettura 17/10/2013 - Per questo appuntamento ho scelto una pianta poco conosciuta ma che si sta facendo largo sul mercato, la sua fioritura avviene in questo periodo ed è spettacolare: la Rabdosia.

Rabdosia (Rabdosia longituba)

Erbacea perenne, sempreverde, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e sono originarie delle montagne giapponesi di Honshu, Shikoku e Kyushu; la loro caratteristica che spicca maggiormente è data dalla sua bellissima fioritura azzurro-viola che compare da fine estate fino a tutto l’autunno.

Producono un cespuglio dall’aspetto leggero alto circa 120 cm e largo 80 cm, con foglie opposte con margine seghettato, di colore verde scuro. La fioritura avviene tra settembre e novembre, l’infiorescenza è una pannocchia aperta che raggiunge una lunghezza di 30 cm al gambo; ogni singolo fiore è a forma tubolare lungo circa 3 cm, la pianta producendo molte infiorescenze crea un bellissimo aspetto di un cuscino arioso di colore azzurro-lilla, che crea un piacevole contrasto con i colori caldi, soprattutto con il fogliame autunnale. Esiste anche una varietà: 'Momokaze' è una nuova selezione con fiori rosa.

Plectranthus è un altro nome per questa perenne ancora sconosciuta, da collezione; poco presente in Italia ma che si sta lentamente facendo strada in cataloghi e liste di favoriti del giardiniere.

Coltivazione

Terreno e Impianto


Il substrato migliore per la Rabdosia è rappresentato da terreni ricchi e fertili, assolutamente ben drenati.

Per trapiantarle nel vostro giardino, se vogliamo utilizzarle come annuali; il periodo più, consigliato è in primavera; fate prima una buca profonda circa il doppio del vaso, dove si trova la pianta. Spremete leggermente il contenitore per allentare le radici, tenendolo a testa in giù e tirando delicatamente la pianta. Assicuratevi di tenere la pianta nel colletto vicino alla linea del terreno prima di tirare. Sul fondo della buca mettete 10 cm buoni di terriccio universale, mettete la pianta e richiudete la buca sempre con il terriccio universale. Premere il suolo dolcemente intorno alla pianta, non calzate troppo il terreno, le radici cresceranno meglio se il terreno non è compattato. Annaffiare la pianta in utilizzando un annaffiatoio o altro flusso di acqua dolce. Questo facilita la coesione fra la zolla di radici e il suolo. La densità d'impianto è di 4 piante per metro quadrato, distanti tra loro dai 20 a 30 cm.

Esposizione

Per uno sviluppo equilibrato è consigliabile metterle preferibilmente in zone semi-ombreggiate e ben arieggiate, è una pianta da sottobosco, quindi poco sole diretto e molta luce. Appartenente alla stessa famiglia della salvia, ci si aspetta una certa resistenza (-10°/13°C); e in estate non gradisce temperature eccessivamente alte.

Irrigazione

La Rabdosia anche se risponde molto bene alla siccità, annaffiamola regolarmente ed ogni volta che il terreno sia molto asciutto.

Coltivazione in Vaso e Cure

Per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso, ricordiamo che in genere richiedono maggiori annaffiature, rispetto agli stessi posti in piena terra. Durante la primavera e l’estate possiamo tenere tranquillamente la pianta all’esterno o sul nostro terrazzo, sempre in una zona ombreggiata. In inverno invece, vanno protette dal freddo, dentro casa. Quando le radici della pianta si sono sviluppate fino a riempire il vaso e spesso fuoriescono dai fori posti sul fondo del contenitore, possiamo trapiantarla in un vaso più grande (2-3 misure più grande), utilizziamo sempre del terriccio universale con uno strato dia argilla espansa sul fondo. Per quanto riguarda la potatura si consiglia di cimare a fine primavera per mantenere un portamento più compatto.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2013 alle 09:23 sul giornale del 18 ottobre 2013 - 3289 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Giardinaggio, vivere verde, autunno, pianta, fioritura, vivereverde, giardinaggio pesaro, fioritura autunnale, rabdosia, spettacolare, pianta autunnale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tc2

Leggi gli altri articoli della rubrica VivereVerde