Non tutto è da rottamare....Il punto......di Francesco Taronna

Francesco Taronna 2' di lettura 15/10/2013 - Le Associazioni dei datori di lavoro stanno affrontando un periodo molto difficile. Causa difficoltà dell'economia molte aziende chiudono e non versano più il dovuto all'associazione alla quale aderivano. Così giorno dopo giorno si ritrovano a gestire con difficoltà i complessi apparati messi in piedi per erogare servizi nei periodi dello sviluppo.

Alcune sono arrivate a licenziare qualche dipendente, altre a usufruire della Cig, altre ancora a decurtare le retribuzioni dei dipendenti con il ricorso ai contratti di solidarietà. Ciò è un male, sia per la situazione di disagio ed insicurezza che si ritrovano a vivere i dipendenti sia per il ruolo fondamentale che alcune di esse svolgono per lo sviluppo del territorio e per guidare le aziende nei meandri delle disposizioni comunali, regionali, provinciali, nazionali ed europee.

Ultimamente sono stato felice di una nomina congressuale in casa CNA (Conferazione Nazionale dell'Artigianato). Hanno rinnovato il Segretario o Direttore Provinciale causa elezione al Senato della precedente occupante lo scranno.

Il nuovo è Moreno Bordoni del quale mi permetto di fare un ritratto che desumo dalla comune frequentazione in alcuni consessi amministrativi, collegati al mondo dell'economia. Mai sopra le righe, sempre con competenza e con stile, la moderazione è il suo tratto distintivo insieme ad una capacità di ascolto invidiabile. Sono stato affascinato dal suo modo gentile di sostenere le posizioni che condivide e di confutare quelle non condivise. Pur essendo la CNA l'organizzazione più vicina alla sinistra politica ed istituzionale ed un tempo cinghia di trasmissione delle volontà del PCI e dei suoi succedanei è riuscito a far capire che l'appoggio non è più a prescindere ed acritico...bisogna conquistarselo con adeguate linee politiche e provvedimenti finalizzati ad agevolare il mondo della piccola e media impresa. Si, va bene...di sinistra ma a condizione che....Ed infatti in alcune circostanze ha fatto sentire e valere le posizioni della sua organizzazione confutando provvedimenti delle istituzioni non in linea con i loro progetti. Vedere insieme la sua famigliola rinfranca il cuore ed i suoi atteggiamenti nei confronti della prole fanno capire che la sua non è una strategia o una tattica per conquistare posizioni. No !...è così in ogni contesto, con gli amici, con i conoscenti, con i collaboratori, con i potenti, con gli umili e con i familiari.

Anche queste nomine mi fanno capire che non tutto è da buttare, che anche in ciò che rappresenta il tanto vituperato passato e presente c'è del buono!!! Capito perchè i rottamatori ed i distruttori di tutto e di più fanno più danni che bene?

A presto!






Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2013 alle 08:00 sul giornale del 16 ottobre 2013 - 2114 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, vivere pesaro, notizie pesaro, politica pesaro, attualità pesaro, Francesco Taronna, news pesaro, il punto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/S5F

Leggi gli altri articoli della rubrica Il punto......