Pane basket e....peperoncino: parte fra mille insidie il campionato della Vuelle

La nuova Vuelle - foto di Luca Toni 3' di lettura 11/10/2013 - Pronti? Via! Ci viene in mente una frase del grande Aldo Giordani, storico giornalista della pallacanestro italiana: “Comincia il campionato. La vita è più bella!”.

La speranza è che sia una frase che possa venire a fagiolo anche per il popolo di Pesarobasket, in procinto di gettarsi nella più rischiosa avventura della sua storia cestistica: senza sponsor, senza quattrini, e anche senza un pizzico di buona sorte, vista la tegola Traini cadutale addosso proprio in avvio di stagione, la nostra Vuelle è infatti attesa da un campionato difficile come nessun altro del passato, con lo spettro della retrocessione costantemente dietro l’angolo. Ci vorrà tutta la rabbia agonistica con cui lo staff di Sandro Dell’Agnello riuscirà a caricare la squadra, per provare a sovvertire gli infausti pronostici che incombono sulla formazione biancorossa.

E’ vero che le prestazioni offerte in pre-season da questa Vuelle sono state sicuramente confortanti, anche oltre le previsioni, proprio a motivo della compattezza e della combattività del gruppo, che ha così saputo ovviare ad evidenti carenze in fatto di atletismo e di esperienza dei singoli. Ma tutti sappiamo che una cosa sono le partite di pre-campionato e ben altra sono le gare di regular season.

Per averne conferma, ci basterà assistere alla sfida che attende la Vuelle in quel di Avellino domenica prossima. La squadra di coach Vitucci sarà sicuramente ben diversa da quella che ha ceduto ai biancorossi nel recente torneo di Porto S. Elpidio.

Se armi fondamentali per gli irpini si confermeranno l’atletismo dirompente di Thomas sotto canestro ed anche la lucidità in regìa di Daniele Cavaliero (un “ex” davvero di lusso, come giocatore e come persona, che mancherà molto al popolo biancorosso), ci si dovrà attendere sicuramente di più da tutto il roster della Sidigas per l’esordio in campionato dinanzi al proprio pubblico, e l’unica possibile strada, terribilmente in salita, che potrebbe portare la Vuelle ad una nuova vittoria sarà solo una difesa a tutto campo senza cali di concentrazione e di aggressività per tutti i quaranta minuti, magari condita dalle triple di Musso e dalle penetrazioni a canestro di Young e Turner.

Il rebus in casa biancorossa, manco a dirlo, rimane questo indecifrabile Ashley Hamilton (sarà il cognome, vedi lo scorso anno, che porta sfiga?). Perché il coloured ingaggiato al posto dello sfortunato Prowell ha finora dimostrato di essere completamente al di fuori delle caratteristiche di gioco del basket europeo, un vero pesce fuor d’acqua, al quale, come ha voluto sottolineare anche Dell’Agnello, occorrerà concedere non poco tempo perché riesca ad ambientarsi e ad inserirsi nei meccanismi offensivi e difensivi della sua nuova squadra.

E allora, se le prestazioni di Hamilton rimanessero decisamente negative ed indecifrabili come finora si è visto, potrebbe prendere corpo l’ipotesi di un taglio del giocatore, da sostituirsi con una ala forte italiana o “passaportata”, per far posto nel roster ad un playmaker americano che possa turare la falla apertasi con l’infortunio di Traini. Fermo restando che un rafforzamento del pacchetto dei lunghi sembra comunque indispensabile, visto che Anosike e Trasolini hanno come possibile cambio il solo Bartolucci (Amici, in realtà, è un “tre” e non un “quattro”).

Il problema vero, lo sanno anche i gatti, è che non ci sono soldi. Perché gli abbonamenti si sono fermati a quota duemila, contro i circa tremila previsti, e del futuro main sponsor (che pareva in dirittura d’arrivo qualche settimana fa) si son perse le tracce. Oggi come oggi, le risorse economiche disponibili consentirebbero di arrivare sì e no a metà stagione. Sta a vedere che, anche stavolta, toccherà a San Valter salvare baracca e burattini.






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2013 alle 08:19 sul giornale del 12 ottobre 2013 - 2297 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, Scavolini Basket, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, pane basket e peperoncino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SWd

Leggi gli altri articoli della rubrica Pane, basket e....peperoncino





logoEV