Una petizione per fermare la realizzazione dell''inutile' pista ciclabile di via Lubiana

Alessandro Di Domenico 1' di lettura 04/10/2013 - Una petizione popolare per chiedere alle famiglie di via Lubiana di bloccare l'inizio dei lavori della pista ciclabile, questa la volontà di Alessandro Di Domenico.

Il consigliere comunale Alessandro Di Domenico, ha voluto questa mattina dare seguito alla mozione presentata in aula e bocciata, riguardante lo spreco di 220 mila euro per la realizzazione di una "inutile" pista ciclabile in via Lubiana.

"Abbiamo allestito una petizione popolare affinche vengano ristrutturati con quei soldi i marciapiedi di via Lubiana e prevedere una vera pista ciclabile utile al reale utilizzo dell'area - commenta Di Domenico - La ciclabile che prevede il comune di Pesaro è un doppione di altre piste ciclabili che ci sono già su via Lubiana e via del Novecento."

Oltre alla ciclabile, Di Domenico porta alla luce la notizia riguardante il fondo anticrisi e la suddivisione dello stesso in due pacchetti da 125mila euro. "Lunedì scorso avevo proposto di presentare una mozione per rendere immediatamente disponibili i 250mila euro del fondo di solidarietà che 190 famiglie da luglio aspettano, ad oggi non è stato elargito neanche un centesimo - continua Di Domenico - Per di più la notizia che vogliono spacchettare questo fondo in due fondi con la possibilità che qualcuno possa rischiare di rimanere fuori a me non va bene. Questa situazione si deve sbloccare".






Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2013 alle 11:57 sul giornale del 05 ottobre 2013 - 1594 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, vivere pesaro, rossano mazzoli, notizie pesaro, Alessandro Di Domenico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SD0





logoEV