'La ceramica del territorio come bene culturale', si inaugura mostra permanente al Centro per l’impiego di Pesaro

Opera ceramica 2' di lettura 03/10/2013 - Sabato 5 ottobre, alle ore 16.30, in via Luca della Robbia 4, grazie alla collaborazione tra Associazione “Amici della Ceramica” e Provincia di Pesaro e Urbino.

Si consolida la collaborazione tra l’associazione “Amici della ceramica” di Pesaro e la Provincia di Pesaro e Urbino, avviata due anni fa con l’allestimento di un’esposizione permanente di ceramiche contemporanee nelle sedi dell’ente in viale Gramsci. Da sabato 5 ottobre, altri interessanti manufatti di artisti ceramisti del territorio provinciale (Pesaro, Urbino, Urbania ecc) potranno essere ammirati nei nuovi spazi del Centro per l’impiego di Pesaro, in via Luca della Robbia 4. La mostra, dal titolo “La ceramica del territorio come bene culturale”, allestita e curata dalla stessa associazione, verrà inaugurata alle ore 16.30: dopo i saluti del presidente della Provincia Matteo Ricci e l’introduzione della vice presidente dell’associazione “Amici della ceramica” di Pesaro Silvana Carloni, interverranno lo storico dell’arte ceramica Claudio Giardini e gli assessori provinciali al Lavoro e formazione Massimo Seri e alle Politiche culturali e valorizzazione beni storici e artistici Davide Rossi.

“La nostra – spiegano gli ‘Amici della ceramica’ – è un’associazione culturale senza fini di lucro, il cui scopo primario è la divulgazione della cultura dell’arte ceramica pesarese, importante testimonianza di civiltà. In questi anni, pur tra tante difficoltà, abbiamo promosso mostre di manufatti ceramici, conferenze, dibattiti, visite guidate ai musei e corsi di formazione con attività di laboratorio ceramico. Ora, grazie alla disponibilità della Provincia, anche gli utenti del Centro per l’impiego ed il pubblico interessato avranno l’opportunità di osservare e comprendere le opere delle botteghe e dei laboratori artistico-artigianali di un territorio che ha avuto un importante ruolo nella storia dell’arte ceramica”.

Tra gli eventi promossi in questi anni dall’associazione, vanno ricordati la mostra “Un’esplosione di colori. Ceramiche pesaresi dal 1950 al 1960”, la retrospettiva sulle opere e sulla persona di Gian Carlo Polidori (eclettica figura di pittore in ceramica, insegnante, storico e conservatore museale), la partecipazione urbinate e durantina alle rassegne espositive biennali di “Kèramos” (in condivisione e confronto tra associazioni) e a prestigiose rassegne internazionali come la “Maison & Objet” di Parigi, nel 2012.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2013 alle 10:12 sul giornale del 04 ottobre 2013 - 850 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro urbino, opera ceramica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SzV