Convegno per i 220 anni della Biblioteca e dei Musei Oliveriani

Biblioteca Oliveriana sala lettura 4' di lettura 02/10/2013 - Venerdì 4 ottobre alle 9.30 si apre a Pesaro nell'Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio (piazza Antaldi 2) un convegno per i 220 anni della Biblioteca e dei Musei Oliveriani. Un incontro non tanto celebrativo, ma occasione per ascoltare storie in buona parte poco note, interessanti non solo per i residenti.

Del resto ci saranno interventi che rappresentano punti di vista e competenze diversi, tutti comunque tesi a suggerire il campo molto vasto delle conoscenze cui si può attingere frequentando un istituto che è non solo biblioteca ma anche archivio e museo, i cui contenuti interessano studiosi e ricercatori e studenti anche oltre i patrii confini.

Oltre alla presenza di storici, come Antonio Brancati, che ha diretto l'Istituto per trentacinque anni ed è tra l’altro il coordinatore della grande storia di Pesaro (in cinque volumi e sei tomi), Stefano Pivato, Magnifico Rettore dell’Università di Urbino, e storico contemporaneo introdurrà l’ampio tema della formazione superiore. Seguirà l’intervento dell'attuale presidente, Riccardo Paolo Uguccioni che è anche alla guida della Società pesarese di studi storici di cui dirige le pubblicazioni, si ascolterà Mario Luni, l'archeologo autore di tante pubblicazioni tra cui una importante Archeologia nelle Marche, nonché Luigi Malnati, il direttore generale delle antichità del Ministero dei beni e delle attività culturali che offrirà spunti di riflessione sulle prospettive di ricerca nella nostra area.

A Piergiorgio Parroni filologo classico, già presidente dell'Oliveriana, e a Guido Arbizzoni filologo dell'umanesimo, toccherà il compito di gettare lampi nel vasto campo dei testi che aspettano di essere, per così dire, decifrati, mentre Giuliana Gardelli offrirà un “cameo” dedicato a Giovan Battista Passeri, il grande amico e per certi versi co-fondatore con Annibale Olivieri dell'Istituto.

Il punto di vista della scienza, con inedite curiosità, sarà assolto da Enrico Gamba, mentre Carla Di Carlo presenterà una inconsueta interpretazione del carattere del fondatore attraverso l'analisi della sua grafia. Antonello De Berardinis, che dirige l'Archivio di Stato di Pesaro, rivelerà poi nuove carte per la ricostruzione della storia, non comune, dell'Oliveriana e infine il direttore, Marcello Di Bella, parlerà di vicissitudini, antiche e moderne, culturali e non.

Il convegno, momento culminante del Salone della parola 2013 si svolge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e vede associati un gran numero di organismi pubblici e privati. Gli è stato conferito anche il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e, recentemente, il contributo della Regione Marche che ha riconosciuto al Salone della parola la qualifica di manifestazione di interesse regionale.

Per l’occasione i club di servizio Lions, Rotary e Soroptimist International hanno poi assicurato il loro sostegno all’iniziativa.

PROGRAMMA Prima sessione, ore 9.30 – 13

Saluti delle autorità
ANTONIO BRANCATI, Presidente onorario Ente Olivieri
Una storia non banale
STEFANO PIVATO, Magnifico Rettore Università Carlo Bo di Urbino
L’Università e le altre Istituzioni culturali
GUIDO ARBIZZONI, Università Carlo Bo di Urbino
Temi umanistici in Oliveriana
PIERGIORGIO PARRONI, Università La Sapienza di Roma
Filologia in Oliveriana
GIULIANA GARDELLI, Storica dell’arte
Giovan Battista Passeri: un carteggio
RICCARDO PAOLO UGUCCIONI, Presidente Ente Olivieri
Osservazioni storiche

Seconda sessione, ore 15.30 – 18.30

LUIGI MALNATI, Direttore generale MiBAC antichità
Nuove prospettive per le antichità adriatiche in Oliveriana
ANTONELLO DE BERARDINIS, Direttore Archivio di Stato di Pesaro
Carte per la storia dell’Oliveriana
MARIO LUNI, Università Carlo Bo di Urbino
Alle origini del Museo Oliveriano
ENRICO GAMBA, Storico della scienza
Per la storia della scienza
CARLA DI CARLO, Storica del libro
Brevi note sulla grafia di Annibale Olivieri
MARCELLO DI BELLA, Direttore Biblioteca e Musei Oliveriani
Vicissitudini oliveriane.

Ingresso libero previa iscrizione presso la Biblioteca Oliveriana o nella sede del convegno. Agli interessati che ne faranno richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il Salone della parola 2013, nel cui contesto è inserito il convegno, è ideato e organizzato dalla Biblioteca Oliveriana di Pesaro.

Con il patrocinio e la partecipazione della Presidenza dell’Assemblea legislativa della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro, della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, della Soprintendenza archeologica delle Marche e dell’Ufficio scolastico provinciale; con il patrocinio dell’Università degli Studi di Urbino; con la collaborazione del Centro studi “La permanenza del classico” dell’Università di Bologna; con la partecipazione del Lions Club, Rotary Club e Soroptimist International Club di Pesaro, dell’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, dell’Archeoclub d’Italia - sezione di Pesaro, dell’Associazione “Salviamo il Centro storico” e della Società pesarese di studi storici. Contribuiscono anche Formula Servizi Pesaro e La Morciola Cantina Sociale dei Colli Pesaresi.

Info: Biblioteca Oliveriana, tel. 0721 33344; biblio.oliveriana@provincia.ps.it ; www.oliveriana.pu.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2013 alle 07:00 sul giornale del 03 ottobre 2013 - 1156 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, convegno, Biblioteca Oliveriana, sala lettura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Su4