I ladri non vanno in vacanza, arrestati tre topi d'appartamento

Furto in appartamento, ladro 3' di lettura 16/08/2013 - Continua il lavoro incessante della Polizia di Pesaro che in questi giorni ha arrestato tre topi di appartamento: un 46enne che stava derubando un'abitazione a Santa Veneranda e due nomadi ventenni alle prese con alcuni appartamenti in via Branca.

Il giorno di Ferragosto, personale della Squadra Volante della Questura di Pesaro e Urbino, nell’ambito dei servizi di controllo finalizzati al contrasto ai reati contro il patrimonio e specificatamente dei furti in abitazione, facilitati nel periodo estivo anche dalla partenza di molti proprietari per le vacanze, ha tratto in arresto un cittadino italiano di anni 46, residente a Pesaro, già noto alle Forze dell’Ordine, in quanto sorpreso nella flagranza del reato di furto aggravato.

In particolare alle ore 1 circa una pattuglia è intervenuta in via Santa Veneranda dove un cittadino aveva notato una persona sospetta introdursi in un’abitazione dopo averne forzato una finestra. I Poliziotti, nella circostanza, accertato che il soggetto in questione si trovava ancora all’interno, hanno fatto irruzione, bloccando e traendo in arresto il 46enne. Lo stesso, sottoposto a perquisizione personale, è risultato in possesso di un grosso cacciavite, con il quale aveva aperto l’infisso e di alcuni preziosi rubati poco prima. Dai successivi accertamenti è emerso che l’uomo, conoscente della proprietaria dell’abitazione svaligiata, aveva appresso alcuni giorni prima proprio da quest’ultima che si sarebbe recata fuori Pesaro per periodo di vacanza e di conseguenza, aveva pensato bene di approfittare della situazione. Il predetto nella giornata odierna verrà sottoposto a processo con rito direttissimo.

Sempre il 15 agosto, il personale della Squadra Volante della Questura di Pesaro e Urbino, ha arrestato due cittadine italiane rispettivamente di 19 e 22 anni, nomadi domiciliate in un campo ubicato nella vicina Romagna, sorprese nella flagranza di furto aggravato. In particolare nel pomeriggio un’autopattuglia è intervenuta presso un condominio di via Branca a seguito della segnalazione di un residente che, affacciatosi al balconcino della sua abitazione ubicata al terzo piano, in quanto insospettito da alcuni rumori, aveva avuto modo di notare due donne nel terrazzo del suo vicino del secondo piano, intente a forzarne la porta finestra utilizzando un paio di grosse forbici, con l’evidente scopo di entrare nell’appartamento e svaligiarlo.

Il tempestivo arrivo dei Poliziotti ha permesso di sorprendere sul fatto le due donne, nomadi italiane, già note alle Forze dell’Ordine e di trarle in arresto. Dalle verifiche esperite nell’immediatezza, è risultato che le predette, introdottesi nello stabile, avevano raggiunto il terrazzo passando da una finestra della tromba delle scale ed inoltre che poco prima, sempre passando da una delle scale, si erano introdotte nel terrazzo di un altro appartamento, all’interno del quale avevano perpetrato un furto. La perquisizione personale delle arrestate ha permesso di recuperare e sequestrare la refurtiva, ovvero una collanina d’oro, nonché il paio di forbici utilizzate come strumento d’effrazione e tre ritagli di plastica sottile, solitamente utilizzati dai ladri per aprire dall’esterno porte e portoni non assicurati con mandate di chiave. Nella mattinata odierna le due donne sono state sottoposte a processo con rito direttissimo e condannate ad un anno e sei mesi di reclusione con pena sospesa.






Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2013 alle 15:11 sul giornale del 17 agosto 2013 - 2582 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, pesaro, furto, ladro, furto in appartamento, roberta baldini, cronaca pesaro, scasso, news pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/QHO





logoEV
logoEV
logoEV


.