Geotermia, l'intervento dell’assessore all’Ambiente Maura Malaspina

assessore all’Ambiente, Maura Malaspina al Convegno Geotermia di Pesaro 3' di lettura 28/06/2013 - L’intervento dell’assessore all’Ambiente, Maura Malaspina al recente Convegno di Pesaro. “Geotermia a bassa temperatura: una risorsa rinnovabile strategica ed efficiente” .

“La green economy, le energie rinnovabili, sono tra le principali priorità del nostro programma di governo, per creare nuove prospettive di sviluppo nella piena tutela dell’ambiente. Enormi sono le potenzialità occupazionali nel campo dell’imprenditoria “verde”. Su questi temi si è basato l’intervento dell’assessore regionale all’Ambiente Maura Malaspina nel convegno “Geotermia a bassa temperatura: una risorsa rinnovabile strategica ed efficiente” che si è recentemente tenuto a Pesaro.

“Significativi sono stati gli effetti benefici che abbiamo avuto in agricoltura e nei settori del turismo – ha proseguito l’assessore- e restano fondamentali in una regione come le Marche. Sul versante energetico puntiamo su piccoli impianti di rinnovabili diffusi, non impattanti sul territorio, come la moderna geotermia e gli altri impianti innovativi a basso impatto ambientale. In quest’ottica si e’ mosso il POR FESR Marche “Efficienza energetica e promozione delle energie rinnovabili” i cui obiettivi sono quelli di perseguire il risparmio energetico, l’eco-efficienza energetica e l’utilizzo delle energie rinnovabili. Sono state 287 le imprese finanziate per 133 tep ( tonnellate equivalenti di petrolio) e quasi 12 mila tep risparmiate.

Con l’asse 3, POR FESR Marche CRO anni 2007/2013 sono stati finanziati interventi rivolti alla realizzazione di impianti geotermici a bassa entalpia da localizzare nel territorio regionale. I beneficiari del bando sono stati gli enti pubblici, 12 i progetti finanziati e 1 milione 200 mila euro i contributi.

L’obiettivo è la promozione di questa tipologia di interventi per realizzare piccoli/medio impianti per la produzione di energie da fonte rinnovabile a basso impatto ambientale e nello stesso tempo, apportare un significativo contributo allo sviluppo e alla creazione di nuovi posti di lavoro per il nostro territorio e in tutta la filiera produttiva.”

Quindi l’assessore ha ricordato come già il Parlamento Europeo ha approvato il pacchetto clima-energia per gli obiettivi che si prefiggono di ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra, portare al 20% il risparmio energetico e aumentare al 20% il consumo di fonti rinnovabili. “ll raggiungimento dell’obiettivo del Protocollo di Kyoto e delle successive integrazioni – ha concluso l’assessore Malaspina- richiede una politica energetica forte, basata sul risparmio energetico, l’efficienza energetica, le fonti rinnovabili, andando ad incidere su tutte le politiche di settore: l’industria, l’agricoltura, l’edilizia, i trasporti, il turismo, per rendere più forti gli obiettivi perseguiti da anni dalla nostra Regione. Attualmente è in corso l’aggiornamento/revisione del PEAR approvato nel 2005 e ci impegnerà a ridurre del 13% le emissioni di gas effetto serra entro il 2020. portare al 17% la quota dei consumi da fonti rinnovabili/consumi finali; ridurre del 20% i consumi di energia entro il 2020. L’obiettivo italiano del 17% è stato ripartito a livello regionale e assegna alle Marche la quota del 15,4%, una percentuale che esprime il rapporto tra i consumi di energia da fonti rinnovabili e i consumi finali lordi di energia. Un parametro che è stato tenuto come bussola per gli interventi fin qui attuati dalla Regione.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2013 alle 20:22 sul giornale del 29 giugno 2013 - 1086 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pesaro, convegno, geotermia, assessore all’ambiente, maura malaspina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OQg





logoEV