Da Dusseldorf a Pesaro per scoprire le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio

Il gruppo di tedeschi 3' di lettura 18/05/2013 - Hanno accettato con piacere l'invito dell'Associazione Ambasciatori Territoriali dell'Enogastronomia i 14 tedeschi che hanno trascorso qualche giorno di vacanza a Pesaro scoprendone le eccellenze enogastronomiche.

"Il tutto si è svolto da domenica 12 a mercoledi 15 maggio - commenta Franco Terenzi, membro dell'Associazione - Al loro arrivo ( erano 14 persone) domenica mattina a Bologna, eravamo li ad attenderli per portarli a Pesaro e visto che non erano stanchi dal viaggio, abbiamo subito iniziato il tour, facendogli visitare il centro della nostra città per poi arrivare fino al mare ( la palla ). Dopo spiegazioni e alcune foto, siamo ripartiti per il Boncio dove in una villa privata, abbiamo preparato il pranzo e proposto i veri sapori dell'Adriatico a partire da un antipasto fatto di "sardoncini scottadito" per poi proseguire con un numero importante di portate sempre a base di pesce, dopo un sorbetto al limone, siamo passati ad un trionfo di dolci secchi come ciambellone alle uvette e crostate tipiche della nostra tradizione, il tutto accompagnato dal Visner (il famoso vino di visciole di Pergola)".

"Abbiamo proseguito il giro partendo per Gradara, con passeggiata nei vicoli all'interno delle mura e relativa spiegazione sulla storia del paese e della leggenda di Paolo e Francesca. Siamo poi ripartiti per il Parco San Bartolo, dove da Gabicce Monte abbiamo iniziato il tour del parco toccando i vari borghi per poi fermaci a Fiorenzuola di Focara, dove avevamo previsto una merenda a base di piadina e sangiovese dei colli pesaresi. A questo punto abbiamo raggiunto Ca' Virginia a Rio Salso, dove alloggiava il gruppo".

"Il lunedi, siamo partiti prestissimo alla volta dell'azienda Monte san Giovanni (Fonte Corniale) per mostrare loro come avviene la lavorazione del latte, dalla mungitura al prodotto finale come ad esempio formaggio e ricotta. Poi spuntino in azienda con i prodotti visti lavorare. Passaggio ad Urbino per la visita della citta, toccando i luoghi più significativi ad iniziare dal Palazzo Ducale, l'Oratorio San giovanni fino a perdersi nelle viette cosi' suggestive. A fine pomeriggio rientro al Ca' Virginia per la cena".

"Martedi, siamo partiti per Isola del Piano, dove ad attenderci c'era il Sindaco, che ci ha accolto in Municipio, facendo gli onori di casa e spiegando alcune caratteristiche della cittadina, introducendo con il discorso sul biologico, la visita al Pastificio di Montebello che subito dopo era in programma. Bellissima visita al pastificio con omaggio finale di pasta ai partecipanti, e partenza per le cantine Lucarelli Roberto di Cartoceto. Li, dopo visita in cantina e informazioni su vino ed olio, abbiamo dato vita ad un buffet sulla terrazza dell'azienda stessa che da Cartoceto domina sulle colline circostanti fino ad arrivare al mare. Il tutto a base di prodotti locali tipo salumi e formaggi (anche al tartufo) ,chiaramente bevendo vini della cantina stessa ad iniziare famoso bianchello del metauro La Ripe".

"Rientrati al Ca' Virginia per la notte, il mattino seguente siamo ripartiti per Bologna dove ad attenderli c'era il volo per Dusseldorf. Durante il soggiorno hanno continuamente manifestato il loro piacere e interesse verso le cose viste e proposte,ma in aeroporto in molti hanno detto che in settembre saranno nuovamente dalle nostre parti invitando anche altri amici e conoscenti. Inutile dire che la nostra soddisfazione per ciò che siamo riusciti a creare è immensa".








Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2013 alle 08:48 sul giornale del 21 maggio 2013 - 1313 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, vivere pesaro, notizie pesaro, franco terenzi, enogastronomia pesaro, giuseppe paolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/M87





logoEV
logoEV