Rocca Costanza, prima sgambatoio poi orinatoio

1' di lettura 01/02/2013 - Rocca Costanza ancora protagonista nelle cronache della città, dopo essere stata utilizzata come sgambatoio abusivo adesso c'è chi l'ha scambiata per bagno a cielo aperto.

Dopo le vicende che hanno interessato il fossato di Rocca Costanza utilizzato come sgambatoio abusivo, oggi assistiamo ad una nuova deturpazione. Il cancello che conduce alla Rocca viene spesso aperto per permettere l'accesso di cani e padroni ma c'è chi invece ci accede per espletare i propri bisogni fisiologici.

Così si può assistere alla scena di un signore attempato che con tranquillità e naturalezza, aperto il cancello d'entrata si inoltra e da sfogo ai propri bisogni, a pochi metri di distanza da un bar.

Non siamo nuovi a certe "performance" e sempre più spesso troviamo sottopassi e vicoli maleodoranti ma, non possiamo accettare che Pesaro e nel caso specifico Rocca Costanza diventi una zona lurida, indecente e sporca, dove le aiuole siano utilizzate come orinatoi a cielo aperto.








Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2013 alle 18:56 sul giornale del 04 febbraio 2013 - 2098 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, pesaro, rocca costanza, vivere pesaro, rossano mazzoli, notizie pesaro, cronaca pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/IV6





logoEV
logoEV
logoEV


.