Rugby: Mustang, campionato da anno zero

Mustang Pesaro, squadra femminile di rugby 1' di lettura 11/10/2012 - Un campionato più lungo e più complicato di quello della passata stagione. E’ quello che attende le Mustang Pesaro, squadra femminile di rugby che da domenica sarà in campo nel campionato di Serie A girone 2.

Un campionato più lungo perché la squadra è inserita in un girone da sei squadre, assieme a Roma, Umbria, nata dall’unione di Perugia e Terni, L'Aquila, Bologna e Ferrara. Più complicato perché la squadra pesarese è quasi all’esordio in questo campionato come spiega il presidente Roberto Lisotti: "E’ tanti anni che calchiamo i campi della serie A, ma quella di quest’anno di fatto si tratta di una squadra quasi del tutto nuova e per questo inesperta. Abbiamo tante giovani e tante ragazze che sono alla prima esperienza soprattutto in un campionato di rugby a 15. Fra queste ad esempio le ragazze che arriveranno dalla bella collaborazione nata con il Cus Ancona. Saranno circa 8 le ragazze provenienti dal capoluogo marchigiano. Ad allenare la squadra sempre Alessandro Ascierto assieme a Giorgio Mattucci di Ancona. Purtroppo invece ci hanno lasciato le due nazionali Anna Barbanti e Debora Ballarini, mentre altre veterane hanno appeso le scarpe al chiodo".

Nel precampionato una unica gara contro l’Umbria persa per 25-15: "Si è notata tutta la nostra inesperienza e come se non bastasse si è infortunata il nostro mediano Chiara Volpi. Però nel secondo tempo abbiamo detto la nostra e speriamo di poterci divertire e togliere qualche soddisfazione durante la stagione".

Domenica alle 15.30 l'esordio a Roma: "Sarà subito una gara dura e dovremo dare il meglio per poter mettere in difficoltà le laziali".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2012 alle 10:16 sul giornale del 12 ottobre 2012 - 1230 letture

In questo articolo si parla di sport, rugby, pesaro, Pesaro Rugby, sport pesaro, mustang pesaro, squadra femminile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EOg





logoEV
logoEV