Neve: niente fondi dall'Ue, Ricci una decisione 'scandalosa'

Matteo Ricci 1' di lettura 26/09/2012 - "Capannoni industriali crollati, palasport e chiese semidistrutte si riparano in un anno secondo la Ue? Se non sono danni 'durevoli' questi...". Matteo Ricci, presidente della Provincia di Pesaro Urbino, la più colpita dalle nevicate di febbraio nelle Marche (690 milioni di danni), bolla come "scandalosa" la decisione della Commissione Europea, che non concederà aiuti dal Fondo di solidarietà alle 11 Regioni italiane che ne avevano fatto richiesta.

"Fra i danni 'durevoli' - osserva - vanno conteggiati anche quelli delle imprese che hanno messo a disposizione di Comuni e Province mezzi e uomini per spalare la neve: gli enti locali, a rischio dissesto, non hanno i soldi per pagarle. E siamo già a settembre, alle porte di un nuovo inverno". "Dopo il no dell'Europa - continua Ricci - abbiamo ancora più bisogno dell'aiuto del Governo Monti. Lo ha già detto il presidente della Regione Gian Mario Spacca: la nostra non è una disgrazia di serie B, e aspettiamo almeno i 44 mln di euro promessi dal ministro dell'Interno Cancellieri per le spese di somma urgenza sostenute dagli enti locali. Anche perché se arriveranno nuove forti nevicate non avremo mezzi da mettere in campo". (ANSA).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2012 alle 20:41 sul giornale del 27 settembre 2012 - 1345 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, matteo ricci, provincia di pesaro e urbino, provincia pesaro urbino, vivere pesaro, pesaro e urbino, notizie pesaro, neve pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ehi





logoEV
logoEV