Opportunità per laureati: venti borse di studio per progetti di ricerca nelle aziende

Giovani 2' di lettura 21/09/2012 - Uscito il bando della Provincia di Pesaro e Urbino, che stanzia 180mila euro del Fondo sociale europeo. I giovani percepiranno 750 euro lorde al mese per 12 mesi.

La Provincia di Pesaro e Urbino ha stanziato 180mila euro del Fondo Sociale Europeo per 20 nuove “Borse di studio per la realizzazione di progetti di ricerca” all’interno delle imprese del territorio provinciale, da assegnare ad altrettanti laureati.

Come evidenzia il nuovo bando, con scadenza il 25 ottobre, pubblicato sul sito www.formazionelavoro.provincia.pu.it (alla voce “Notizie”), possono presentare domanda i disoccupati o inoccupati residenti nel territorio provinciale, con laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica attinente il progetto di ricerca che si intende proporre, purché non ci siano stati precedenti rapporti di lavoro o borse di studio con i soggetti ospitanti. I progetti dovranno riguardare l’area dell’innovazione tecnologica e del trasferimento tecnologico alle imprese. Obiettivo principale dell’iniziativa è infatti quello di creare un rapporto sempre più stretto tra Università, Centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzioni. I progetti dei laureati dovranno essere “certificati” da docenti o ricercatori universitari e controfirmati dal direttore del Dipartimento di provenienza di questi ultimi.

Gli assegnatari percepiranno 750 euro lorde al mese per 12 mesi (tempo di durata del progetto).

“In questo periodo di crisi – dice il presidente della Provincia Matteo Ricci – è importante che le istituzioni provino a riaccendere la speranza nei giovani, soprattutto con azioni concrete. Crediamo molto in queste borse destinate a laureati, perché sono opportunità per entrare in contatto con le aziende nei settori in cui sono maggiormente preparati”.

“Il nostro tessuto produttivo, fatto di piccole e medie imprese – aggiunge l’assessore provinciale alla Formazione e Lavoro Massimo Seri - dovrà sempre più misurarsi con l’innovazione per essere al passo con le sfide dei mercati. La presenza di ricercatori è dunque di grande utilità per le imprese, che potranno usufruire di persone preparate. Gli assegni verranno versati ai laureati dalla Provincia grazie al finanziamento europeo”.

Tre incontri si svolgeranno nei Centri per l’impiego per fornire informazioni agli interessati: il 25 settembre, alle 15, al Centro per l’impiego di Fano (via De’ Cuppis 2), il 27 settembre, alle 10, in quello di Pesaro (via Luca della Robbia) ed il 2 ottobre, alle ore 10, in quello di Urbino (via dell’Annunziata 51).

Altre info: Servizio Formazione e lavoro, tel. 0721.3592934 (Maurizio Marinelli) o 0721.3592927 (Lucia Pagnini).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2012 alle 17:14 sul giornale del 22 settembre 2012 - 1347 letture

In questo articolo si parla di lavoro, giovani, pesaro, ricerca, provincia di pesaro e urbino, fondo sociale europeo, provincia pesaro urbino, borse di studio, aziende pesaresi, lavoro pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D6I





Array ( [0] => 00000 [1] => [2] => )