Dura condanna della Cgil contro la scritta razzista di Forza Nuova

Cgil 3' di lettura 10/09/2012 - La Segreteria della Cgil di Pesaro e Urbino condanna fermante l’atto di intolleranza razzista compiuto da Forza nuova contro gli immigrati. Lunedì mattina, infatti, davanti all’Ufficio stranieri della Questura di Pesaro, in terra, Forza nuova ha scritto: “per ogni immigrato c’è un italiano disoccupato”.

Immediata la reazione della Cgil che parla di gesto davvero grave e preoccupante che ci dice chiaramente che la tolleranza verso gli immigrati è un problema non risolto nella nostra comunità locale.

“Mai come in questo momento è necessario che le istituzioni, la politica, e gli attori sociali tutti scrive la segreteria provinciale Cgil - mantengano alta l’attenzione su questo tema, affinchè non si alimenti quel clima di insicurezza e di paura che nell’immaginario collettivo si concretizza con la necessità di trovare un capro espiatorio a tutti i costi. La nostra provincia si è sempre contraddistinta per la sua cultura civile fatta di vincoli comunitari e reti solidali. Per questo è necessario affermare la cultura degli ultimi contro questi episodi estremisti che creano la paura del diverso da sé, scatenando inutili “guerre tra poveri”.

E’ chiaro che la percezione dell’immigrazione non è affatto scissa dall’esperienza concreta. Un clima di ansia intorno al tema immigrazione porta inevitabilmente ad esagerazioni anche clamorose del dato reale, e allo stesso modo anche le esagerazioni sono ancorate all’esperienza concreta che ciascuno di noi ha del fenomeno migratorio. Ma se davvero contano il vissuto quotidiano e il contesto urbano, allora esiste un margine di influenza per politiche che affrontino i nodi concreti da cui, almeno in parte dipende, l’orientamento sull’immigrazione.

Non si può più continuare a guardare all'immigrazione solo in un’ottica di sicurezza e emergenza, si tratta ormai di un fenomeno strutturale e si tratta di una risorsa per il Paese, visti gli scenari demografici, i lavori che svolgono e il contributo degli immigrati al finanziamento del welfare, cui danno molto di più di quello che ricevono. Allora è necessario rivedere tutto l'impianto della legislazione italiana sull'immigrazione intervenendo sul tema della cittadinanza degli immigrati, e sul riconoscimento del diritto al voto amministrativo.

Il quadro economico – produttivo è profondamente mutato in questi ultimi anni: molti stranieri che sono stati attratti nella nostra provincia per la forte domanda di lavoro delle imprese, (pensiamo alla cantieristica nel territorio fanese), con la perdita del lavoro sono stati costretti ad andarsene, ma tanti altri sono rimasti nel nostro territorio disoccupati e con il tempo sono diventati clandestini, per questo ci auguriamo che questa sanatoria possa far ritornare nelle legalità quanti hanno perso contemporaneamente il lavoro e il permesso di soggiorno. La xenofobia di Forza nuova non è accettabile, contro il razzismo – per noi - deve prevalere sempre il valore dell’interculturalità, che sa valorizzare le differenze, che individuando nelle varie culture una risorsa per costruire una civiltà moderna, che assume il valore della persona indipendentemente dal colore della sua pelle o dalla religione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2012 alle 17:38 sul giornale del 11 settembre 2012 - 2020 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, razzismo, questura di pesaro, lavoro pesaro, cgil pesaro, cgil pesaro e urbino, forza nuova pesaro, immigrati pesaro, razzista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DEK





logoEV
logoEV