Pesaro Basket City o solo parole?

Scavolini 1' di lettura 03/09/2012 - Sono trascorsi, sì e no, tre mesi dalla semifinale dei playoff di pallacanestro e l’ex Basket City (Pesaro...) ha già dimenticato tutto.

C’erano 9.000/10.000 tifosi accaniti sugli spalti dell’Adriatic Arena, disposti a tutto, anche a lunghe file sotto il sole cocente per accaparrarsi i biglietti, pur di vedere il basket spettacolo della Scavo-Siviglia contro Cantù e Milano. Un tifo ed un coinvolgimento della città, che non si vedeva da anni ed anni : tutto bellissimo. Poi, la difficile situazione economica ha causato un drastico ridimensionamento del budget disponibile per il prossimo campionato della Vuelle Libertas.

E’ in questo momento che ci sarebbe stato enorme bisogno del sostegno e della partecipazione dei 9.000/10.000 “pesaresi sfegatati” : alcuni di loro hanno contribuito economicamente, con una sorta di azionariato popolare, che ha permesso di raggiungere la stratosferica cifra di circa 8.000 euro...gli altri “tifosi”, come durante tutto il campionato, hanno preferito continuare a “giocare all’allenatore”, a lamentarsi e a criticare le varie scelte della società. In fin dei conti, costa molto meno comportarsi così, che “tirare fuori” dalle tasche 50 euro.

Mi piacerebbe che, in questo caso, i pesaresi dimostrassero di saper fare i fatti e non solo le parole. I fatti si fanno presso le filiali di Banca di Pesaro.






Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2012 alle 12:45 sul giornale del 04 settembre 2012 - 2120 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, scavolini siviglia, notizie pesaro, sport pesaro, alberto nicolini, vuelle, victoria libertas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DoZ





logoEV