Approfondimenti su Pesaro....il punto di Francesco Taronna

Francesco Taronna 3' di lettura 14/08/2012 - Sfogliando la stampa locale mi sono soffermato su alcuni articoli-interviste. La prima che ha attirato la mia attenzione è quella incrociata al Sindaco ed all'assessore al turismo. Il Sindaco ribadisce la volontà dell'Amministrazione Comunale di operare gli interventi di riqualificazione (sic!) della zona mare con la costruzione dei parcheggi sotterranei e l'aumento della volumetria degli alberghi esistenti.

Non voglio ribadire in questo momento le controindicazioni da me elencate in un precedente intervento, le quali restano più che valide e supportate da pareri di numerosi interlocutori competenti, ma sottolineare come certe visioni presentate come elementi di orgoglio e di grandezza manageriale non siano altro che espressione di un provincialismo spocchioso che vive di briciole. L'Assessore si sofferma sui grandi risultati ottenuti convogliando su Pesaro una serie di manifestazioni sportive dai grandi numeri che coinvolgono gli alberghi e le attrezzature anche in periodi non turistici. Bene, fra gruppi di anziani, gite scolastiche e manifestazioni sportive si sta trasformando Pesaro in una delle capitali del turismo a bassa redditività. Qualcuno dirà meglio quello che niente. Anche questa può essere una scelta ma poi non ci si lamenti perchè viene imposta una tassa di soggiorno di pochi euro e che la stessa potrebbe mettere il turismo in ginocchio. Quando i margini sono ai limiti della sopravvivenza accade anche questo. Ma quello che balza all'attenzione del lettore un pochino "scafato" è la mancanza di qualsiasi accenno all'esistenza di un disegno che tenda a qualificare i flussi turistici verso la nostra città. Già il dover rincorrere questi serbatoi fa capire come sia squalificato il concetto di città turistica che alberga nella mente dei nostri amministratori, quale sia il vuoto dell'offerta culturale e ricreativa che si propone e quale sia la qualità dell'offerta ricettiva dei nostri alberghi.

Qualche tentativo di rilancio qua e là si vede : l'albergo a 5 stelle di Filippetti, l'Alexander di Marcucci Pinoli....ma ciò non basta...prescindono da un disegno complessivo di rilancio e riqualificazione della vocazione culturale e turistica di Pesaro e del circondario....Tutto ciò contraddice anche il voler qualificare Pesaro come Città della Musica. Oltre al Rossini Opera Festival, programmato nel peggiore dei periodi, a Ferragosto, quando gli alberghi sarebbero comunque pieni, in giro non si vede altro che qualche concerto dei circuiti che attraversano i vari teatri, qualche saggio del Conservatorio, la solita stagione teatrale che è la fotocopia di quelle della maggior parte dei teatri italiani. Sia chiaro io non sono contro il turismo sociale anche quello porta reddito,poco ma lo porta. Ma vorrei che si offrissero pacchetti per tutto l'anno anche sfruttando la peculiarità della nascita di Rossini e della presenza del Conservatorio rossiniano. Come si fa poi a non integrare il sistema turistico in una ottica più ampia....Pesaro non può prescindere da Urbino come Urbino non può prescindere dalla costa integrando anche il Montefeltro Gradara Gabicce e tutta la valmetauro dai monti a Fano.

Certo la provincia ci ha provato ma ha fatto un progetto senza anima....pervaso innanzitutto dalla volontà di accentrare e di gestire il tutto e non dall'esigenza di esaltare le peculiarità dei singoli territori facendoli, nel contempo, interagire sfruttando le intelligenze che si disperdono nei vari localismi. Quando Urbino programma un evento deve interagire con il resto del territorio circostante e studiare tutte le possibili correlazioni. Stessa ottica per Pesaro e le altre città e, così, vendere pacchetti integrati di altissima qualità che vanno da Rossini al Rinascimento dalla cultura al benessere alla gastronomia alle manifestazioni tipiche al sole al mare alla montagna allo sport ed al tempo libero.....lasciando spazio anche per chi coltiva l'arte dell'ozio e del silenzio. Questo disegno finora è mancato perchè è prevalsa la logica della gestione del proprio orticello ! A presto !


   

da Francesco Taronna
 





Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2012 alle 13:35 sul giornale del 16 agosto 2012 - 1597 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, vivere pesaro, notizie pesaro, Francesco Taronna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/CPf





logoEV


.