Se la nostra provincia fosse una provincia normale...

Risorse idriche 2' di lettura 13/08/2012 - La faccenda è nota a tutti: le piogge negli ultimi mesi sono state scarse e anche questa estate, (ma stavolta abbiamo cominciato prima), si attinge alla riserva strategica del Fosso del Burano, nel Comune di Cagli, per alimentare il Metauro, (che altrimenti sarebbe ormai ridotto quasi a zero), dal quale viene attinta l’acqua per il potabilizzatore che fornisce l’acqua a Fano e a Pesaro.

Protestano il Sindaco di Cagli e altri rappresentanti dell’entroterra, temendo che la riduzione della riserva del Burano possa creare problemi e/o disagi nella loro zona.

Se la nostra provincia fosse una provincia normale, i bacini artificiali che dovrebbero contenere sufficienti riserve d’acqua per l’estate, sarebbero stati già ripuliti da un pezzo dal fango che ne riduce sensibilmente la portata: se ne parla da anni, ma, se va bene i lavori cominceranno nel 2013……

Se la nostra provincia fosse una provincia normale, si sarebbero dovuti ridurre i prelievi abusivi di acqua dal Metauro e si sarebbe dovuto imporre a tutti i comuni interessati una ordinanza per ridurre tempestivamente lo spreco della preziosa risorsa, (cosa fatta in ritardo e non da tutti i comuni).

Se la nostra provincia fosse una provincia normale, i rappresentanti dell’entroterra non protesterebbero per l’utilizzo del Pozzo del Burano, perché potrebbero essere sicuri che eventuali problemi e/o disagi verrebbero rimborsati tempestivamente dalla comunità.

Se la nostra provincia fosse una provincia normale, non succederebbe che la Multiservizi che serve la gran parte del territorio provinciale, e le cui quote sono per la maggioranza a mano pubblica, distribuisca ai soci utili per un sacco di soldi, senza aver prima messo a posto le condutture idrauliche che provengono dal Metauro, che da troppo tempo danno un sacco di problemi, fanno sprecare acqua preziosa e hanno lasciato recentemente a secco il capoluogo della provincia, con tutti suoi abitanti e i suoi turisti.

Se la nostra provincia fosse una provincia normale, non sottovaluterebbe l’uccisione di 850 tra pecore, vitelli e cavalli in un anno nella nostra provincia da parte dei lupi e troverebbe il modo di essere più “vicina” e in modo più tempestivo a coloro che stanno soffrendo direttamente questa minaccia.

Il problema è che la nostra provincia non è una provincia normale: d’altronde è governata da troppo tempo dagli stessi partiti, che hanno costruito un sistema di potere, tanto pervasivo, quanto inefficiente.

Finchè la regola dell’Alternanza non troverà anche da noi applicazione, le chiacchiere potranno anche essere tante, ma i fatti saranno pochi e troppi problemi resteranno irrisolti.


da Federico Sorcinelli
segretario La Destra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2012 alle 18:15 sul giornale del 14 agosto 2012 - 1562 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, la destra, marche multiservizi, Federico Sorcinelli, La Destra Fano, acqua pesaro, fosso del burano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/COq





logoEV
logoEV


.