Tragedia da Berloni, capofabbrica si taglia le vene

stabilimento Giorno-Notte di Berloni 1' di lettura 24/06/2012 - Tragedia allo stabilimento Giorno-Notte di Berloni. Sabato mattina il capofabbrica di un reparto della nota azienda è stato trovato privo di vita all'interno dello stabile. L'uomo si sarebbe tagliato le vene con un taglierino.

E' stato trovato in un lago di sangue il 55enne che sabato mattina si è tolto la vita tagliandosi le vene con un taglierino. L'uomo, residente a Colbordolo, sposato e padre di due figlie da alcuni mesi soffriva di depressione, così quando la moglie non lo ha visto presentarsi ad un incontro alle ore 11.00 si è insospettita e ha iniziato le ricerche purtroppo terminate con il terribile ritrovamento. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, l'uomo era già deceduto da alcune ore. Sul posto anche i carabinieri per le dovute indagini.

Non si conoscono le cause del terribile gesto, il 55enne non ha lasciato nessun biglietto.






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2012 alle 14:19 sul giornale del 25 giugno 2012 - 4454 letture

In questo articolo si parla di cronaca, suicidio, pesaro, vivere pesaro, chiusa di ginestreto, berloni, rossano mazzoli, notizie pesaro, primo piano, tragedia berloni, stabilimento, giornonotte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/AMs





logoEV
logoEV
logoEV


.